Commenta

'La farina dal diàol': lo spettacolo
della Compagnia delle Quattro
Vie in replica a Offanengo

Una bottega e una bisca clandestina; una locandiera e la sua serva chiacchierona, un conte, una ballerina, un mercante, una moglie abbandonata e una tradita, un biscazziere, due carabinieri e un gentiluomo. Ma soprattutto tante, tante risate. Sono questi gli ingredienti (e i personaggi) della nuova commedia teatrale della “Compagnia delle 4 vie”, che sotto la guida sapiente di Egidio Lunghi sarà proposta sabato 29 ottobre alle 21, al teatro di Offanengo.

La storia narra le vicissitudini di Eugenio, marito di Vittoria e caro amico della locandiera Ridolfa. Eugenio, che ha il brutto vizio del gioco, cade preda della maestria al gioco del conte Leandro e del gentiluomo Don Marzio. Sullo sfondo va in scena il carnevale di Crema, una storia d’amore e tradimento e parecchi malintesi che intensificano la trama in un crescendo d’azione.

La commedia prende spunto dalla “Bottega del Caffè” di Carlo Goldoni, ed è ambientata, anziché a Venezia, a Crema. Per questo si sentiranno alcuni personaggi recitare nel nostro vernacolo, dando un tocco cremasco ad una storia scritta in toscano nel 1750.

In scena Anna Fiammeni, Michela Dossena, Daniele Tolasi, Giovanni Cumbo, Gianfranco Bellandi, Katia Platania, Maria Grazia Lucini Paioni, Enrica Giavaldi, Matteo Scibola, Enrico Cappelli, Christian Cattaneo. 

© Riproduzione riservata
Commenti