Commenta

Possibile adesione ad Avviso
Pubblico, piattaforma di
legalità per gli enti locali

La Giunta comunale di Crema ha approvato un atto d’indirizzo che invita il consiglio comunale all’adesione del Comune di Crema ad Avviso Pubblico, una piattaforma di buone pratiche che ha 360 soci tra Comuni, Unioni di Comuni, Province, Regioni. Nata nel 1996 come formazione civile antimafia, ha l’intento di collegare ed organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica, nella Pubblica amministrazione e sui territori da essi governati.

Con questo indirizzo l’amministrazione di Crema dà un segno inequivocabile della sua attenzione all’analisi, prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione che, com’è tristemente noto, tenta sempre di infiltrarsi nella gestione della cosa pubblica sovrapponendo i propri interessi a quelli della collettività.

Avviso Pubblico, infatti, è un’associazione che ha prodotto nel tempo una propria linea editoriale di pubblicazioni, da diversi anni pubblica un Rapporto annuale sugli “Amministratori Sotto Tiro”, per monitorare il fenomeno delle intimidazioni agli amministratori e al personale della pubblica amministrazione, ha stilato un proprio codice etico denominato “Carta di Avviso Pubblico” e organizza corsi di formazione per amministratori locali e personale della Pubblica amministrazione oltre ad iniziative di sensibilizzazione rivolte a tutti i cittadini.

“Questo atto di giunta è una risposta concreta alle recenti osservazioni, riportate dai media, circa la decisione di dismettere le partecipazioni societarie del Comune di Crema in Banca Etica, dettata semplicemente dalla impossibilità di detenere quote pubbliche in società che non rispondano alle previsioni del decreto Madia – commenta il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi. Al contempo rispondiamo coi fatti anche all’invito del Presidio Cremasco di Libera, che con mail del 25 settembre scorso invitava l’Amministrazione ad azioni ed impegni concreti, al fine di contrastare la criminalità organizzata, anche di stampo mafioso, citando proprio la carta di Avviso Pubblico. Il tema è certamente vicino alle nostre sensibilità, pertanto unanime in giunta è stata la volontà di aderire senza indugi a questa associazione di enti locali, sensibili ai temi della legalità democratica”.

© Riproduzione riservata
Commenti