Cultura
Commenta

'Espressioni film festival': domani l'inaugurazione della terza edizione

Sarà inaugurata domani la terza edizione di “Espressioni film festival”, realizzata grazie alla collaborazione tra il Teatro San Domenico e l’Associazione K. Il festival di video-danza e video e arti performative ospita le più svariate opere cinematografiche, dai documentari sulle arti performative, ai film e video sperimentali. Un appuntamento atteso dai cremaschi (e non solo).

Anche quest’anno ha prevalso la molteplicità di visioni e di interpretazioni del tema da parte degli artisti, ma anche una molteplicità di collaborazioni diverse tra gli artisti stessi.

Tra i video selezionati ci sono quelli che immaginano alieni arrivati sulla terra, oppure entità nascoste dentro di noi, ma anche video che ripensano il concetto di “realtà” attraverso la forma documentarista e artistica. Interessantissime anche le ambientazioni, che vanno dal postindustriale,  all’ambiente urbano, al sud Africa, ad ambienti rurali, fino ad usare installazioni artistiche come spazio di azione.

L’inaugurazione si terrà domani, sabato 7 ottobre, alle 18. Durante l’inaugurazione verrà lanciato il contest  “One day, one video”, aperto a tutti. Basta avere con sé uno smartphone, un tablet, una videocamera, o qualsiasi dispositivo che possa registrare video e dare sfogo alla propria fantasia e creatività. Il gioco è quello di creare un video in 24 ore sul tema del festival. Il premio per il miglior video saranno 2 biglietti per uno spettacolo in programma al Teatro San Domenico. Il contest ha come obiettivo la partecipazione attiva ed il protagonismo culturale dei cittadini ed in particolare dei giovani, che verranno chiamati a sperimentarsi sul tema del festival “Spaesamento e le forme di re-azione”. Questo perché il festival “non sia solo un momento di fruizione dell’arte, ma anche e soprattutto un momento di partecipazione e  coinvolgimento dei giovani e di tutto il tessuto sociale, dando l’opportunità di praticare l’arte utilizzando e valorizzando il territorio ed il suo patrimonio culturale”.

“Ogni anno noi di Associazione K, rinnoviamo il nostro impegno nell’organizzazione del festival, con tante novità, e con l’intenzione di farlo crescere e diventare sempre di più un punto di riferimento per l’arte contemporanea, la videoarte in particolare, ma anche l’arte performativa”.

© Riproduzione riservata
Commenti