Commenta

Minorenni trovati a giocare
d'azzardo: nei guai il
titolare della tabaccheria

A sinistra una foto di repertorio. A destra il comandante Giuliano Semeraro

Guai per una tabaccheria cittadina dove sono stati trovati 3 minorenni intenti a giocare d’azzardo. I ragazzi, tutti 15enni, sono stati sorpresi dalla polizia locale: uno si trovava davanti al monitor di una slot machine, mentre gli altri avevano appena acquistato dei gratta e vinci. La slot alla quale è stato sorpreso il ragazzino, per altro, era sprovvista del sistema di controllo dell’età.

Gli agenti hanno trasmesso il verbale all’agenzia dei monopoli affinché vengano presi dei provvedimenti nei confronti del titolare della tabaccheria che ora rischia una multa da 10.000 euro e la sospensione della licenza da 10 a 30 giorni. La decisione riguardo la sanzione spetta agli uffici ministeriali del monopolio di Cremona come sancisce il decreto legislativo 98/2011.

La tabaccheria in questione era stata portata all’attenzione del comandante dei vigili urbani Giuliano Semeraro da un consigliere comunale che aveva raccolto le testimonianze di alcuni cittadini. Non sarebbe dunque la prima volta che ai minorenni viene permesso di praticare il gioco d’azzardo.

“Riteniamo che non si tratti di un caso isolato – ha spiegato Semeraro – per questo nelle prossime settimane intesificheremo i controlli. L’Amministrazione è molto sensibile al tema della ludopatia: il sindaco ha dato approvazione ad una commissione che lavori per trattare al meglio questo fenomeno”.

Ambra Bellandi

 

© Riproduzione riservata
Commenti