Commenta

AC Crema 1908 perde
1-0 contro il Pro Patria
a Busto Arsizio

«C’è l’amarezza di aver dominato nel primo tempo ed aver subito la rete decisiva dopo aver commesso il solo errore della partita – commenta il mister dell’AC Crema 1908 Sergio Porrini – ma quando ti misuri con squadre di questo livello e hai davanti professionisti del calibro di Santana devi essere concentrato per tutti i novanta minuti. Abbiamo sprecato troppo in attacco e questo è certamente un demerito. Non siamo mai risolutivi. Dopo il vantaggio si sono chiusi molto bene togliendoci tutti gli spazi. Abbiamo incontrato una squadra solida, compatta e con la giusta cattiveria agonistica. Ha tutte le carte in regola per aspirare alla vittoria del campionato».
Una trasferta difficile per l’Ac Crema 1908 che perde 1-0 sul campo di Busto Arsizio. Il Pro Patria si aggiudica così tre punti preziosi per conquistare il primato della classifica mentre i nerobianchi procedono a ridosso del gruppo di testa. 
La squadra di Porrini domina nella fase di avvio e per gran parte della prima fazione di gioco. Ecco le azioni più rilevanti. Al 7’ occasione per Mandelli che non conclude. Al 10’ un guizzo di Le Noci che lancia Pedone ma il numero 9 del Pro Patria non aggancia per poco davanti alla porta di Marenco. Di nuovo è il Crema a prendere l’iniziativa: Erpen serve Tomas lanciato a rete: tiro dalla destra di Guadagnin e Pagano per un soffio non intercetta sul secondo palo per buttare la palla nella porta sguarnita. L’incontro prosegue all’insegna dell’equilibrio fino a quando è ancora Tomas al 32’ a farsi pericoloso con un’incursione. Ma l’ottimo centrale Zaro gli sottrae il pallone a pochi metri dalla porta. Si avvicina il termine quando al 42’ l’argentino Santana approfitta di una disattenzione difensiva e spara contro Marenco dal limite dell’area. La traiettoria è imprendibile e la sfera insacca la rete alla sinistra del portiere nerobianco. Una manciata di minuti e le squadre si incamminano verso gli spogliatoi. 
La seconda frazione si apre con il Pro Patria galvanizzato: al 2’ rovesciata di Cottarelli servito da Santana ma il numero 2 della squadra padrone di casa non colpisce la palla nonostante l’ottima posizione. All’8’ è il solito Santana a tentare la conclusione con un tiro che non impensierisce Marenco. Inizia la sequela dei cambi con Porrini e il croato Javorcic che rispondono colpo su colpo. Al 9’ Marrazzo entra al posto di Erpen nelle fila del Crema. Poi Mozzanica per Pettarin per il Pro Patria. Al 13’ Porcino lascia per Tonon. Al 16’ viene ammonito Scietti per fallo tattico. Al 17’ esce Pedone entra Colombo. Al 22’ cartellino giallo per Tonon. Poi tocca a 26’ Biraghi lasciare il terreno di gioco sostituito da Bahirov. I padroni di casa ribattono con Arrigoni al posto di Galli mentre Dell’Anna sostituisce Pagano. Le Noci lascia per Gucci. Al 41’ occasione d’oro per Marazzo che si fa trovare alla sinistra di Guadagnin. L’attaccante si gira, colpisce a terra il pallone e tira verso la rete. Ma non riesce ad imprimere forza alla sfera che rotola nelle mani di Guadagnin. Altra serie di cambi: esce Mandelli ed entra Massoni per il Crema, Marcone al posto di Cottarelli per il Pro Patria. Il copione è identico: Crema che costruisce ma non riesce a forare la difesa dei rivali. Ma ormai è il 45’ e l’arbitro Piacenza fischia il termine dell’incontro con i bustocchi che si assicurano la vittoria per 1-0. 

© Riproduzione riservata
Commenti