Commenta

AC Crema resta in dieci e subisce
la sconfitta a Lecco. Porrini:
'Non c’è spazio per gli errori'

Imbattuti da tre partite (due turni di Coppa Italia e l’esordio in campionato contro il Darfo Boario) i nerobianchi capitolano con onore allo stadio Rigamonti-Ceppi di Lecco. Una partita difficilissima a causa delle condizioni climatiche con una pioggia torrenziale che ha inondato il terreno di gioco per 90 minuti ma soprattutto per l’espulsione di Bahirov che al 33’ del primo tempo si è guadagnato un cartellino rosso assolutamente gratuito. Per 50’ il Crema resiste caparbiamente contro i padroni di casa, forti di una squadra allestita per vincere il girone, ma alla fine i ragazzi di Porrini incassano la rete di Bertani e la prima sconfitta della stagione.

Porrini schiera in difesa la solida coppia Davini-Scietti mentre a centrocampo Gomez prende il posto di Mandelli. In attacco è Pagano a sostituire Serafini. Partita in perfetto equilibrio nella fase iniziale ed è il Crema a spingere maggiormente con Bahirov che nell’area piccola non conclude a rete ma sceglie di passare sul secondo palo sguarnito. Poi tocca a Biraghi su punizione: tiro rasoterra alla ricerca di un effetto insidioso per sfruttare il terreno bagnato ma Nava riesce ad opporsi. Il Lecco reagisce con Moleri che tira in porta, De Bastiani respinge corto e Roselli butta in rete. Un gol sicuro se non ci fosse stato Scietti ad allontanare la sfera. Ma è il Crema a insistere nonostante il campo pesante non faciliti il gioco di qualità che caratterizza la squadra di Porrini: triangolazione Porcino, Erpen e Bahirov che tocca in porta ma Nava intercetta per un soffio. Subito dopo l’episodio che pregiudica il match: Bahirov in scivolata sul terzino destro Mortara si fa sbattere fuori dall’arbitro Modesto. Sale in cattedra il Lecco che, durante una rapida azione offensiva, colpisce un palo con Bertani. Occasione per Pagano al termine del primo tempo dopo un errore di Nava che sbaglia il rinvio. Ma l’attaccante nerobianco spara alto sopra la traversa.

Nella ripresa De Bastiani intercetta un tiro pericoloso di Bertani. E’ un vero assedio. Poi è Cristofoli a colpire la traversa. Inizia il tour dei cambi per entrambe le squadre con il Lecco che rafforza la parte offensiva e Porrini che inserisce Stankevicius, Gibeni, Massoni, Tomas e Marrazzo. Più difesa che attacco vista l’inferiorità numerica. Tocca a Biraghi produrre un barlume di speranza per i tifosi cremini quando sfiora il palo su punizione ma l’istante successivo, su ripartenza del Lecco, è Cristofoli che serve chirurgicamente Bertani che colpisce al volo con il destro e insaccando la rete nell’angolo opposto. Un Crema generoso lotta fino alla fine per agguantare il pareggio ma il Lecco sviluppa un pressing alto e sfiancante. Definitivo e meritato, dopo il fischio finale, il risultato di 1-0 per i padroni di casa. Il Crema aspetta mercoledì sera al Voltini il fortissimo Rezzato: match anche questo da alta classifica e molto problematico per le assenze di Marenco e Bahirov.

Visibilmente amareggiato per il risultato mister Porrini che però non ha mancato di esprimere la sua soddisfazione per la «tenuta caratteriale della squadra che ha dimostrato di avere personalità e senso del gruppo in una situazione difficile contro avversari forti che non ci hanno concesso nulla. L’espulsione di Bahirov ha condizionato l’intera partita. Decisamente più del maltempo. Ma fino a quel momento l’incontro era assolutamente alla pari. Ora ci aspetta il Rezzato, un’altra formazione temibile e con una rosa allestita per vincere il campionato. Meglio così: abbiamo la possibilità di riscattarci al più presto dopo una sconfitta che poteva essere evitata».

 

© Riproduzione riservata
Commenti