Commenta

Molesta l'ex e le ruba anche
l'auto. Denunciato 50enne
di origini napoletane

i tesserini sequestrati

Molesta la ex e le ruba anche l’auto. I carabinieri della stazione di Crema verso la metà del mese di luglio infatti, avevano ricevuto una denuncia di furto di un’autovettura Audi A3 da parte di una giovane rumena che l’aveva parcheggiata lungo una via del centro cittadino. In un’abitazione poco distante svolgeva infatti la professione di badante. Nel ritornare a riprendere l’auto però, la donna si era accorta la macchina non c’era più. A quel punto è stata avvicinata da un cittadino residente in zona che le ha riferito di aver visto poco prima un uomo andare via con l’auto dopo averla aperta con le chiavi. La descrizione del soggetto era talmente particolareggiata che la donna ha pensato subito all’ex fidanzato. I due si sono recati in caserma e qui il testimone ha riconosciuto in una foto proprio l’ex compagno della donna che ha dichiarato di non essere più in possesso delle seconde chiavi dell’auto, pensando tuttavia fino a quel momento, di averle smarrite.

Alla luce di tale evento, l’uomo, il 50enne di origine napoletana è stato denunciato per il furto dell’auto. Nel frattempo è stato richiesto alla Questura di Cremona, da parte dei carabinieri di Pandino, dove la vittima risiedeva, l’emissione di un ammonimento poiché la donna raccontava che il furto della sua autovettura altro non era che l’ennesimo episodio di molestie che stava subendo da qualche settimana, ovvero da quando aveva interrotto la relazione sentimentale con l’uomo che non aveva mai accettato quella decisione. La donna, ha raccontato inoltre che il 50enne, in alcune circostanze, si era spacciato per un appartenente alle forze dell’ordine esibendo un tesserino di riconoscimento, fatto che l’aveva ulteriormente spaventata.

In quei giorni il soggetto, era stato anche notato sotto casa dalla rumena che impaurita aveva richiesto l’intervento dei carabinieri di Pandino, tanto che durante il controllo dei militari si era presentato come un “collega”. Nella sua auto sono state trovate le chiavi dell’Audi A3. In realtà A.B. non era un appartenente alle Forze dell’ordine, ma in passato aveva svolto la professione di guardia giurata, ed attualmente è disoccupato.

Nei giorni successivi l’Audi A3 della vittima è stata ritrovata non distante dall’abitazione dell’uomo e quindi restituita dai carabinieri di Milano. Nella giornata di ieri, i carabinieri di Pandino, ottenuto un decreto di perquisizione, si sono presentati  presso l’abitazione di A.B. insieme ai Carabinieri del Nucleo Operativo di Crema, rinvenendo effettivamente tesserini poi sequestrati e notificandogli anche l’ammonimento del Questore a non molestare più la ex.

© Riproduzione riservata
Commenti