Cronaca
Commenta

'AlCampoCafè', la nuova gestione sociale del bar al Campo di Marte

“Teniamo che questo progetto sia davvero di comunità. Vogliamo pensare, con tutte le persone che frequentano il parco, a tante iniziative coinvolgenti”. Così la presidente del Consorzio Arcobaleno Simona Scandelli ha inaugurato il bar del Campo di Marte, da oggi gestito dalla cooperativa Archimede.

AlCampoCafè nasce come progetto a sfondo sociale, volto a trasformare il giardino pubblico in luogo d’incontro, di evasione e di scambio culturale, per offrire occasioni d’integrazione rivolte a fasce di utenza differenti, famiglie, bambini, anziani e giovani. Nel mese di luglio sono state tracciate le linee guida della nuova gestione: in seguito all’affidamento tramite bando pubblico il bar è stato ristrutturato, ripensando gli spazi in base alla rinnovata concezione del punto ristoro. Le attività in programma spaziano dall’inserimento lavorativo di persone disabili o in difficoltà all’attivazione di tirocini e stage rivolti ai giovani; la parola d’ordine non è “aiutare” ma “coinvolgere”, al fine di creare percorsi di crescita personale e professionale.

“Abbiamo voluto fortemente questo progetto – ha aggiunto il sindaco Stefania Bonaldi – perché siamo convinti che il parco debba essere restituito ai suoi fruitori naturali: famiglie, bambini, anziani, perché quando un luogo viene vissuto lo si sottrae al degrado”.

Tra i progetti in cantiere ci sono iniziative per favorire l’incontro tra giovani e lavoro: coworking ed esperienze motivazionali, l’allestimento di spazi espositivi e organizzazione di eventi culturali,  occasioni di scambio generazionale e multiculturale, attività di animazione rivolte alle famiglie, ai bambini e agli anziani e un punto di informazione e di promozione di attività dedicate a salute e benessere.

La concessione avrà una durata di 5 anni, con eventuale rinnovo di 3 anni. Al Comune sarà riconosciuto un canone annuo di 8.040 euro, per un valore complessivo della concessione (5+3 anni) pari a circa 64 mila euro. Oltre alla conduzione del bar, l’appalto prevede la gestione e la manutenzione delle aree esterne al locale, la custodia del parco, l’apertura/chiusura dei cancelli e la pulizia dell’intera area verde.

“Per noi è una grande opportunità – ha concluso Scandelli – speriamo di incontrarvi sempre numerosi”.

© Riproduzione riservata
Commenti