Cronaca
Commenta

Housing sociale, il M5s incontra i residenti: 'Il Comune deve mediare'

Il Movimento 5 Stelle cremasco ha incontrato alcuni rappresentanti degli inquilini dell’housing sociale dei Sabbioni. “Il sopraggiungere dei primi sfratti, dovuti al mancato pagamento degli onerosi ed insostenibili canoni di locazione e spese per utenze, testimonia come la situazione sia complicata e delicata – hanno spiegato i referenti del Movimento – in un contesto che dovrebbe invece alleviare il disagio abitativo”.

I pentastellati hanno quindi assunto l’impegno di mantenere vivo il rapporto con i residenti attraverso riunioni aperte a tutti. Inoltre sollecitano l’Amministrazione a mettere in campo tutte le azioni volte a contenere il disagio sofferto dai residenti, con particolare riguardo a quelle persone già colpite da provvedimenti di sfratto e a quei soggetti più vulnerabili ed esposti. La soluzione concreta, per i grillini, sarebbe quella che vede il Comune mediatore tra  inquilini e proprietà “n modo da ridurre ed eliminare le cause che hanno portato ad una simile degenerazione”. Ma il M5s non si ferma qui: “L’Amministrazione dovrebbe rinegoziare o, addirittura, sciogliere  l’impegno di accollarsi le unità abitative che rimarranno invendute. Ciò eviterà spreco di denaro, con indubbi vantaggi per l’intera Comunità cittadina”.

Non mancherà, da parte dei pentastellati locali, il coinvolgimento di parlamentari e consiglieri regionali, “nella precisa finalità di far emergere ruoli e responsabilità nella realizzazione di quello che doveva essere un progetto pilota. Allo stesso modo, vigileremo affinché errori e favoritismi nelle fasi precedenti non vengano indiscriminatamente accollati alla comunità”.

© Riproduzione riservata
Commenti