Un commento

Casa dell'acqua: un servizio
apprezzato. Ora anche
in centro città

Controllata, buona, liscia e frizzante: la casa dell’acqua arriva nel centro di Crema. La quarta casetta, dopo quelle di Sabbioni/Ombriano, Santa Maria e San Bernardino, è approdata in largo Falcone e Borsellino.

Un progetto nato grazie alla disponibilità del Rotaract Terre Cremasche al quale ha partecipato anche il Rotary Club Cremasco San Marco. “Quando si realizza qualcosa non c’è nulla di più bello del vederlo utilizzato e in queste due settimane, da quando la casa dell’acqua è attiva, ho visto numerose persone rifornirsi qui – ha detto Matteo Gorlani, presidente del Rotaract – Siamo felici di avere dato risposta ad un’esigenza dei cittadini”.

La casetta è stata realizzata come sempre da Padania Acque, il cui presidente Claudio Bodini anche ieri ha sottolineato quanto l’acqua che arriva nelle case dei cremaschi sia “più controllata e sicura rispetto alle minerali in commercio. Abbiamo una delle migliori acque in Lombardia e questa grande ricchezza va rivalutata, evitando di comprare bottiglie in plastica”. Parole cui hanno fatto eco quelle del sindaco Stefania Bonaldi che, dopo aver ringraziato il Rotaract, ha ribadito: “E’ un tema che ci sta molto a cuore quello dell’acqua pubblica, così come l’attenzione all’ambiente”.

L’acqua della casetta è gratuita e refrigerata; per prelevarla non è necessaria alcuna tessera, anche se la struttura ha la predisposizione per la lettura della stessa: è sufficiente dunque posizionare il contenitore sotto l’erogatore e premere il bottone “naturale” o “frizzante”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Bepi

    1. Controlli frequenti ai filtri (se non fatti ci sono problemi batteriologici)
    2. Acqua da tenere in frigo per Massimo 2/3 gg (se oltre si sviluppano batteri!)

    Scrivetelo a caratteri cubitali!!!