Ultim'ora
Commenta

Pendolari sfiniti dalla
Cremona-Milano. Alloni:
'Trenord irriformabile'

“Da due settimane noi pendolari non riusciamo a viaggiare un solo giorno senza perdere coincidenze o trovare treni cancellati”. A denunciarlo il consigliere regionale del Pd Agostino Alloni. Non è una novità che i pendolari della Cremona-Milano riscontrino difficoltà nel viaggiare, tra cambi impossibili a Treviglio, ritardi e soppressioni.

L’ultimo episodio lo riporta proprio Alloni: “Stamattina il treno delle 8.25 si è fermato a Casaletto Vaprio; in questo momento, alle 15.07, arrivo a Treviglio con il Verona da Centrale con 10 minuti di ritardo. La coincidenza per Cremona e Crema dovrebbe partire alle 15.07, appunto. Saremmo puntuali, nonostante il ritardo. Ci volete dare 30 secondi, dico 30 SECONDI, per correre a prenderla? Dobbiamo scendere e salire al binario 9. Solo 30 maledetti secondi. No. Nonostante la corsa dei circa 30 pendolari che arrivano da Milano il treno parte esattamente alle 15.07”.

“Cosa mi resta da dire gentilissimo assessore e gentilissima amministratore delegato di Trenord: che Trenord è irriformabile! Non c’era, qui, bisogno di treni nuovi e di manutenzione efficiente. Neppure di professionalità. Solo un po’ di buon senso. Che evidentemente manca pure quello”.

“Cosa faccio ora, visto che oltre ad essere pendolare sono anche consigliere regionale? Interrogazioni? Mozioni? Proposte di ordini del giorno in aula o in commissione? No, mi manca la fiducia nella vostra risposta; spero solo che tra qualche mese, visto che si vota, ci sia un governo di Regione Lombardia che almeno riesca ad imporre a Trenord un po di buon senso”.

© Riproduzione riservata
Commenti