Commenta

Cuore, luci e scintille con
la sfilata 'Made Factory' a
sostegno delle donne malate

Sabato 17 Giugno si è tenuta a Palazzo Robati a Capergnanica la prima sfilata di beneficenza dell’Associazione Donna Sempre Onlus in collaborazione con la MADE FACTORY… un successo inaspettato!! Quasi 450 persone si sono presentate all’evento!!

La serata si è aperta alle 19.30 con un apericena ed alle 21.00 è iniziato il vero e proprio show… luci scintillii ma soprattuto cuore. Ha aperto la serata la Dream Dance di Valentina Glionna e poi è arrivata la vera e propria sfilata pazienti, infermiere, dottoresse, psicologhe, volontarie hanno sfilato come vere e proprie modelle accompagnate da alcuni fantastici ragazzi che per una sera hanno vestito i panni di modelli,,tutti indossando delle creazioni di Andrea Tosetti.

Momento molto toccante lo spazio di intermezzo dedicato all’Associazione Donna Sempre Onlus dove Paola Brambini, la presidente, ha incentrato il discorso sulla prevenzione , essendo ormai il tumore al seno un problema sociale, ma dando  insieme  un  messaggio positivo e di coraggio nel vivere la vita come un bene prezioso anche dopo un evento così negativo .

A presentare la serata è stata una coppia a dir poco  scopiettante che con battute e professionalità hanno fatto da ottime padrone di casa, Annalisa Radici dell’Associazione Donna Sempre e Federica Arosio modella e grande amica della MADE FACTORY.

Tema della serata è stato il filone social #mettiilturbo… turbo come velocità spinta, energia in movimento ma anche un gioco di parole degli organizzatori in riferimento a turbante… per sfatare il collegamento che gli si da ma farlo diventare un accessorio di moda da portare senza preoccuparsi del giudizio.

Gli organizzatori ringraziano tutti i collaboratori, il Comune di Capergnanica nella persona di Alex Severgnini per la disponibilità, tutte le volontarie e volontari, modelle e modelli, le rappresentanze dell’Ospedale di Crema e tutti quelli che hanno sostenuto e creduto nel progetto sin da subito.

© Riproduzione riservata
Commenti