Cronaca
Commenta

Presunte tangenti all'ospedale di Cremona. Chiesto nuovo processo per Formigoni

La procura di Milano ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ex governatore lombardo Roberto Formigoni, già condannato a 6 anni per corruzione per il caso Maugeri, e accusato sempre di corruzione per i suoi rapporti con il presunto intermediario ed ex consigliere lombardo Massimo Gianluca Guarischi, al quale sono già stati inflitti 5 anni in appello per il presunto giro di mazzette nella sanità lombarda. Lo scrive il sito de ‘La Repubblica’.

Al centro dell’indagine, in particolare, due forniture “dell’apparecchiatura diagnostica acceleratore lineare ‘Vero’” all’ospedale di Cremona e all’Istituto dei Tumori (quest’ultima non andò in porto). Tra gli indagati oltre a Formigoni, anche l’ex dg della sanità lombarda Carlo Lucchina e Simona Mariani, ex dg dell’ospedale di Cremona..

Stando all’avviso di conclusione indagini, l’allora governatore avrebbe ricevuto nel dettaglio la “somma complessiva di 447.000 euro” suddivisa in un lungo elenco di utilità, come 7mila per festeggiare il Capodanno del 2012 in Sudafrica, 11.900 euro e 17.910 euro per due vacanze in barca in Croazia. Anche il noleggio di aerei privati per andare in Sardegna, in Valtellina e a Saint Moritz, costati rispettivamente 11.880, 8.030 e 6.000 euro. Oltre ad “anticipazioni e pagamenti di spese da parte di Guarischi in suo favore per pranzi e cene in ristoranti”.

© Riproduzione riservata
Commenti