Commenta

Marocchino ai domiciliari
per tentato omicidio evade
Arrestato nella bergamasca

Avrebbe dovuto essere agli arresti domiciliari nella sua casa di Romanengo perché accusato di tentato omicidio, invece è stato trovato lungo l’argine del fiume Serio a Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo. Un 38enne marocchino è stato quindi arrestato dai carabinieri per evasione. La pattuglia, in servizio di perlustrazione lungo l’argine, zona nota come ritrovo di spacciatori e consumatori di sostanze stupefacenti, lo ha notato aggirarsi con atteggiamento sospetto insieme alla propria compagna, una 30enne italiana, così ha proceduto a controllarlo. E’ quindi emerso che lo straniero era evaso dalla misura degli arresti domiciliari che stava scontando nella sua residenza di Romanengo per il reato di tentato omicidio. Il pm ha disposto la nuova restrizione agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

© Riproduzione riservata
Commenti