Cronaca
Commenta

1.000 metri quadrati per ospitare i gatti randagi: l'oasi felina è realtà

Le volontarie di Arischiogatti con il sindaco Bonaldi, l'assessore Piloni e il rappresentante Ats Giorgi

E’ la prima della provincia di Cremona l’oasi felina inaugurata ieri pomeriggio a Crema in via Giorgio De Chirico, nella zona industriale della Pip. “Un passo piccolo, ma importante verso la cura e il benessere degli animali – ha detto il sindaco Stefania Bonaldi – Fondamentale per una società civile, che ha il dovere di ascoltare anche le voci di chi voce non ne ha”. L’oasi, uno spazio verde di circa 1.000 con 3 prefabbricati per assistere i mici ospitati, è stato realizzato grazie al comune di Crema in collaborazione con Ats e Scrp.

“Ci impegneremo ancora e senza risparmio per dare aiuto a chi non può chiederlo, perché questo per noi è un atto di generosità” ha detto, soddisfatta, la presidente dell’associazione Arischiogatti Onlus Paola Oliari. La presidente ha poi ringraziato tutti coloro che si sono attivati per far sì che l’oasi diventasse realtà, comprese le volontarie dell’associazione, che nel 2016 hanno soccorso e aiutato oltre 200 gatti. Una vera e propria missione, “che cerca di restituire ai gatti non solo la salute, ma anche la fiducia nelle persone”.

Presente all’inaugurazione anche Maurilio Giorgi, dell’Ats, che ha sottolineato come il problema del randagismo felino debba essere affrontato in sinergia tra enti e associazioni, sempre con “buona volontà e con spirito di collaborazione”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti