Commenta

Minoranze di centrodestra:
d'accordo sulla bocciatura
del mandato Bonaldi

Arpini, Zanibelli, Torazzi, Beretta, Patrini

Un mandato da bocciare su tutta la linea quello di Stefania Bonaldi, secondo le minoranze del Consiglio. Questa mattina i consiglieri Simone Beretta, Laura Zanibelli, Alberto Torazzi, Tino Arpini e Paolo Patrini, non hanno risparmiato nulla al sindaco uscente e alla Giunta (assente giustificato Antonio Agazzi, ndr).

“Un amministrazione che passerà alla storia per ciò che non è stato fatto – ha esordito Zanibelli – a cominciare dal mancato superamento della barriera ferroviaria, passando per il campus scolastico e il sostegno al commercio locale”. Lapidario anche Torazzi, che si è soffermato sul discorso moschea, “unica opera mai iniziata per la quale la città ringrazia”.

I consiglieri si sono soffermati anche sul discorso Pierina, “grande possibilità incompiuta”, aggiungendo poi le infrastrutture sportive e il Tribunale, per la quale battaglia, ha aggiunto Arpini, “si sono battute le sole minoranze”. Il consigliere ombrianese ha poi portato l’attenzione proprio sui quartieri, lasciati nel degrado e senza un “trasporto pubblico decente, senza ufficio postale e con una gravissima carenza di eventi culturali”.

E poi ancora i bisticci in Scrp, l’aumento della tassazione, le case dell’acqua e il playground a Ombriano, che a parere di Arpini “sarebbe potuto sorgere sul terreno che si trova appena dietro dove è stato costruito il campo da gioco e sul davanti realizzare un parcheggio.

“Questa Amministrazione si è intortata sul Centro di incremento ippico, correndo ai ripari per convenienza elettorale – hanno proseguito – Non ha messo a reddito il palazzo di Giustizia e non ha favorito attraverso scelte coraggiose il superamento dell’ecomostro di via Indipendenza e di quello lasciatoci in eredità dalla Charis”.

I consiglieri hanno poi sottolineato il mancato ascolto dell’Amministrazione “quando a proporre eravamo noi. Su molte partite sui sarebbe potuto giocare compatti”. La chiosa è toccata a Beretta, che ha più volte auspicato il ritorno ad un governo cittadino di centrodestra, “perché noi i soldi li abbiamo sempre spesi bene, spiegando ai cittadini quali fossero le nostre priorità; spiegazioni che la Giunta Bonaldi ha sempre mancato di dare”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti