Commenta

Croce Rossa e Scientifica
insieme per la gestione
della scena del crimine

Cosa fare, e soprattutto non fare, quando ci si trova su una possibile scena del crimine. E’ stato questo il tema trattato martedì sera nella sede della Croce Rossa di Crema durante l’incontro organizzato dall’associazione di volontariato cittadina e dal Commissariato della Polizia di Stato. Obiettivo principale quello di fornire alcune nozioni tecnico-pratiche di gestione della scena del crimine ai volontari della CRI che ogni giorno prestano servizio in ambulanza e che potrebbero, sfortunatamente, trovarsi davanti a morti sospette.

Relatore della serata il Sovrintendente Capo della Polizia di Stato in forze alla Scientifica Fabrizio Burattini insieme al vicequestore Daniel Segre che hanno spiegato ad una platea di oltre 30 volontari come comportarsi adeguatamente sul luogo dell’evento senza compromettere possibili prove, come tracce biologiche ed elementi presenti sulla scena, che potrebbero essere fondamentali per la ricostruzione dell’accadimento. “In pochi anni è il secondo incontro di questo tipo che viene organizzato e ritengo sia importante – ha detto Segre – Alcuni vostri piccoli accorgimenti possono infatti darci un grosso aiuto durante le indagini”.

“E’ fondamentale la collaborazione fra la Polizia e la macchina dei soccorsi – ha detto concludendo Burattini – L’obiettivo, naturalmente, è quello di offrire un ottimo servizio alla popolazione”. Sempre in tema di collaborazione, solo qualche settimana fa, nella sede della CRI di Crema, erano intervenuti il dirigente della sezione della Polizia stradale di Cremona Federica Deledda, insieme al vice sovrintendente Donato Pingaro e i colleghi Donato Pede e Alberto Puddu per parlare di sicurezza stradale durante gli interventi di soccorso.

© Riproduzione riservata
Commenti