Commenta

Profughi Pianengo, Barbaglio:
'No a grandi numeri'
Lega: 'L'avevamo già detto'

Lo stabile in cui verrebbero ospitati i richiedenti asilo

Sembra ormai essere una certezza l’arrivo di profughi a Pianengo, comune cremasco con 2.541 abitanti. Ma se da un lato la Lega Nord parla di 100 immigrati, il sindaco Roberto Barbaglio (Pd), assicura che non si ha conoscenza di alcun numero. Certo è che l’immobile dove i richiedenti asilo andrebbero a stare è grande e davvero potrebbe ospitare molte persone.

La preoccupazione di Barbaglio risiede nel fatto che sia l’immobile che la cooperativa milanese interessata sono private, quindi la voce del Consiglio comunale, che ha visto tutti d’accordo nel dire sì all’accoglienza ma no ai grandi numeri, potrebbe contare ben poco. La speranza è che, nell’incontro di domani con la Prefettura, che sarà a Pianengo alle 17.30 per visitare la villa, il primo cittadino possa evitare di vedersi imposta una decisione che potrebbe minare l’equilibrio sociale di un così piccolo paese di provincia.

L’impatto, effettivamente, sarebbe grande; diversa invece la situazione se il numero di profughi in arrivo fosse inferiore a quello ventilato sulla stampa in questi giorni.

Intanto la Lega Nerd ricorda: “Ve l’avevamo detto a novembre, ma siamo stati tacciati di diffondere un’inutile ed infondata preoccupazione”. Raffaele Volpini, segretario provinciale del Carroccio, ha commentato: “È una situazione che riteniamo gravissima e che osteggeremo in ogni modo e con ogni mezzo, dal momento che abbiamo il dovere morale di difendere il nostro territorio da questa tacita e buonista invasione”, ricordando le situazioni di Chieve e Madignano, “esperienze che hanno fatto emergere quanto sia critico e pericoloso, anche per l’equilibrio della sicurezza dei cittadini, l’inserimento di un numero elevato di clandestini in una comunità e noi faremo anche stavolta tutto ciò che è in nostro possesso per evitare che ciò avvenga”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti