Cronaca
Commenta

Pestato a sangue il giorno di Pasqua: 30 giorni di prognosi per un 34enne

Pestato a sangue per aver chiesto il pagamento di un parcheggio. E’ accaduto nel giorno di Pasqua a un 34enne, dipendente di un parco di Soncino. L’uomo, responsabile appunto del parcheggio a pagamento del posto, non ha fatto altro che svolgere il suo lavoro, chiedendo di pagare il parcheggio a tre uomini, provenienti dall’Est Europa, presumibilmente rumeni.

Ma questi non solo si sono rifiutati di pagare: all’insistenza del parcheggiatore, hanno pensato bene di prenderlo a calci e pugni, accanendosi con violenza su di lui, per poi defilarsi. Sul posto sono giunti i soccorritori del 118, immediatamente contattati: l’uomo è stato trasportato in ospedale per essere curato dalle molteplici contusioni  e fratture riportate in seguito all’aggressione. Ne avrà per 30 giorni.

Sul posto sono giunti anche i Carabinieri di Crema, che si sono occupati di raccogliere le testimonianze e il racconto del ferito. Ora l’indagine è aperta per individuare i responsabili dell’aggressione.

ab-lb

© Riproduzione riservata
Commenti