Ultim'ora
Commenta

Bordo: 'Irresponsabile
iniziativa Lega di Crema
Zucchi cavalca la paura'

“Zucchi, che si candida a Sindaco della città, dovrebbe conoscere le leggi e le norme dello Stato e soprattutto non dovrebbe cavalcare la paura dei cittadini, ma avere fiducia in quelle che sono le strutture a disposizione di un Sindaco per la prevenzione di reati, senza prestarsi a sparate di partito la cui natura è peraltro scorretta e, come detto, ai limiti della legalità”. A dirlo è il deputato di Movimento Democratico e Progressista Franco Bordo.

“Desta più di una preoccupazione la recente iniziativa della Lega Nord cremasca con cui, mandando un sms a un numero, si possono segnalare ‘situazioni di particolare degrado ed insicurezza oppure della presenza di luoghi di culto abusivi’. Alla serata di promozione di tale iniziativa interverrà anche il candidato sindaco Zucchi”.

“A garantire la sicurezza dei cittadini sono già presenti le forze di polizia, locale e nazionale. Neanche il regolamento attuativo 8 agosto 2009, articolo 2, approvato quando il leghista Maroni era Ministro degli Interni, si spingeva a tanto: nel testo si esplicitava infatti che le associazioni di cittadini che vogliano affiancare il lavoro della polizia debbano essere autorizzate e che non possano in ogni caso essere espressioni di partiti e movimenti politici, mentre qui è chiaro che la scellerata iniziativa è espressione diretta di un partito, la Lega Nord. Occorre dunque tenere alta la soglia di attenzione verso questi comportamenti non solo inopportuni e inaccettabili, ma che si collocano sul filo del lecito”, prosegue Bordo.

“Crema non ha certo bisogno di estemporanee e dannose proposte come questa o di rappresentanti irresponsabili, men che meno di sindaci sceriffo che volentieri farebbero uso di squadre al di fuori della legge. E infine, gli inaccettabili inviti a segnalare presunti luoghi di culto abusivi. Si vuole mettere in discussione la libertà religiosa di ciascuno di noi, garantita dalla Costituzione? O si vuole direttamente entrare nelle case delle persone per controllare, in pieno stile regime?”.

© Riproduzione riservata
Commenti