Sport
Commenta

Calcio, anno d’oro di Crema e Cremasco tra promozioni e speranze di Coppa

La festa del Calcio Crema, la festa di Crema. E’ un 2017 che rischia di essere ricordato come uno dei migliori anni calcistici per la città, che soltanto domenica scorsa ha festeggiato la matematica promozione, con quattro turni di anticipo sulla fine del campionato, del sodalizio guidato dal presidente Ennio Valdameri. Bastava il pareggio contro la Pianenghese e il pareggio è arrivato. Il punto però è che il trionfo del team promosso dalla Terza alla Seconda non resterà quasi certamente isolato. Questa volta la nuova festa potrebbe arrivare in un giorno insolito per il calcio dilettanti, ossia un giovedì, di sera, alle ore 20.

Il terzultimo turno del girone B di Eccellenza, infatti, prevede un anticipo che riguarda proprio il Crema 1908 di mister Sergio Porrini. Con i bergamaschi del Villa d’Almè, in zona playoff e che ospitano l’incontro, i nerobianchi hanno infatti stabilito di giocare in anticipo, perché nel weekend diversi giovani delle due squadre saranno impegnati con la Rappresentativa Regionale. Da qui l’ok della Federazione, anche perché giocare tre giorni prima rispetto agli altri non comporta in questo caso alcun rischio e non va a minare la regolarità del campionato. Il Crema 1908, infatti, è, peraltro da tempo, padrone del proprio destino: stavolta però con una differenza. Non è più costretta a vincere, la squadra di Porrini, che nelle ultime tre sfide s’è inventata altrettante goleade, ma può farsi bastare un pareggio. Attualmente a +9 dalla CasateseRogoredo, unica a tenere il passo della capolista annunciata, il Crema 1908 con 270’ da giocare ha bisogno di un solo punto per la matematica.

In caso di ko a Villa d’Alme, invece, la festa potrebbe scattare domenica qualora la seconda della classe in casa contro il Nibbionoggiono non riesca a vincere. Meglio comunque chiudere i giochi prima, già che si può. Anche perché un team sconfitto una sola volta in 27 gare non può fallire i tre match point a disposizione. Con la promozione il Crema 1908 troverebbe in serie D quasi certamente la Pergolettese, a sua volta protagonista, nonostante le ultime sfortune, di un campionato di grande livello, come da tempo non si vedeva. Insomma, la città di Crema, al di là di campanili e rivalità, sta vivendo un anno davvero d’oro. Coinvolgendo anche il territorio Cremasco: mercoledì sera infatti alle 20.30 la Luisiana si gioca l’andata della semifinale di Coppa Italia di Promozione contro i pavesi del Varzi. Regole delle coppe europee, dunque essenziale sarà non subire gol e provare a farne. Comunque sia, tenendo conto che il team di Pandino è l’unico ancora in corsa nell’intera provincia, un ulteriore tassello per spostare la gloria verso la zona nord ovest della provincia.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti