Commenta

Capralba, lite tra indiani:
arrestati due fratelli
per tentato omicidio

Da lite famigliare ad arresto per tentato omicidio. E’ accaduto ieri in una cascina di Capralba, intorno alle 18.

Una coppia stava aiutando il fratello di lei a sistemare la nuova casa, ma F.H.,  mungitore 35 enne, aveva rimproverato al cognato di tinteggiare in modo sbagliato, apostrofandolo con frasi offensive. In aiuto del giovane è intervenuta la sorella e ben presto dalle parole si è arrivati ai fatti: il cognato, preso un bastone e un martello, ha iniziato a colpire la vittima alla testa mentre la moglie lo teneva fermo.

cc capralba omicidioF.H. è riuscito a liberarsi e, prendendo l’automobile del cognato, è andato al pronto soccorso cittadino dove, appena varcata la soglia, è svenuto per le gravi ferite al cranio. E’ stato portato in terapia intensiva in attesa di intervento chirurgico, in prognosi riservata. Dopo alcune ore si è risvegliato e ha raccontato ai carabinieri di essere stato aggredito dal cognato e dalla moglie.

I carabinieri di Romanengo, nel frattempo, basandosi sulle informazioni fornite dalla vittima, sono riuscita a rintracciare i fratelli aggressori, T.J. e R.H., nella casa dei coniugi. Una volta in caserma i due fornivano versioni contrastanti asserendo di essersi solo difesi dall’aggressione verbale e fisica della vittima. Ma dai rilevamenti dei carabinieri nella cascina dove è avvenuta l’aggressione è stato ritrovato un martello e i militari, inoltre, hanno notato che il pavimento era stato parzialmente pulito dalle tracce di sangue.

La casa è stata sequestrata e i due fratelli sono stati arrestati con l’accusa di tentato omicidio e portati in carcere rispettivamente a Cremona e a Brescia. Nel pomeriggio di ieri è stato eseguito un nuovo sopralluogo con l’ausilio della squadra rilievi del Nucleo Investigativo di Cremona.

© Riproduzione riservata
Commenti