Cultura
Commenta

Rinnovato Protocollo Intesa tra Fatf, realtà scolastiche e culturali e il Comune

Da sinistra Zaninelli, Angelotti, Bonaldi, Gallo e Fasoli

Rinnovato, per il terzo anno, il Protocollo d’Intesa tra il Franco Agostino Teatro Festival (Fatf), l’Amministrazione comunale e le realtà scolastiche e culturali del territorio, che si sono riunite per riconfermare l’adesione e il coinvolgimento in uno dei percorsi che da tempo caratterizza la storia della città. Quest’anno entra a far parte della rete del Fatf, pioniere del teatro per i ragazzi, anche ReteScuole Crema.

“Il Fatf è un’eccellenza cremasca a livello nazionale e internazionale, siamo fieri di proseguire la strada iniziata insieme”, ha detto il sindaco Stefania Bonaldi. Felice anche la presidente dell’associazione Gloria Angelotti: “E’ bello vedere aggiungersi ReteScuole a questa grande famiglia, significa che il lavoro che svolgiamo negli istituti scolastici porta davvero frutto ed è apprezzato dai bambini e dai loro insegnanti”. Pensiero condiviso anche da Enrico Fasoli, portavoce di ReteScuole: “Il Fatf è praticamente l’unica realtà in Italia che porta avanti, in modo totalmente gratuito, un simile progetto, che coinvolge un incredibile numero di istituti e quasi 13.000 bambini”. Negli anni il Fatf ha visto la partecipazione di 7 Paesi europei, 8 regioni italiane, 227 classi alla rassegna e 383 ai laboratori che hanno coperto complessivamente quasi 5.000 ore.

Franco Gallo, referente dell’Ufficio Scolastico Territoriale, si è detto soddisfatto del rinnovo del protocollo e ha rivelato che il Fatf sta richiedendo l’accredito in Regione Lombardia per per diventare autonomamente formatore di docenti: “Auspichiamo che in futuro anche altri Enti possano siglare questo Protocollo”. Presente, per la Camera di Commercio e la Fondazione San Domenico anche Antonio Zaninelli: “Il bello del Fatf è la gioia che porta con sé durante le giornate della rassegna teatrale. La città si colora”.

E a proposito della rassegna, svelate, direttamente da Gloria Angelotti, alcune delle città protagoniste: Roma, Lucca, Novara, Manerba del Garda e, dulcis in fundo, Parigi e la sua “Operà”. Le giornate dedicate saranno quelle del 24 e 25 maggio. “Vogliamo che il Festival e Crema diventino il polo europeo del teatro per ragazzi”, ha concluso Angelotti.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti