Commenta

Decoro urbano: 31 alberi
sostituiti e 60 ripiantati,
seguendo 'mappa del verde'

Il parco in via Grioni

Inizia oggi l’operazione per il decoro urbano che porterà alla piantumazione di 91 nuovi alberi entro il mese di marzo 2017. L’intervento ecologico è stato pianificato in base alla mappatura, la prima di questo genere, effettuata durante gli ultimi mesi, che ha permesso di calcolare il numero di piante mancanti nelle diverse aree urbane. Si tratta di oltre trecento unità, che in seguito alla rimozione non sono più state sostituite nel tempo.

Al conteggio è seguita l’analisi dello stato di salute dei fusti attualmente presenti: il primo passo sarà infatti la rimozione degli alberi cavi e l’abbattimento di quelli malati – 31 unità complessive – per motivi di sicurezza, cui in primavera seguirà già la sostituzione con nuovi arbusti. L’operazione di pulizia è iniziata ieri mattina in via Matilde di Canossa e proseguirà oggi presso il parco di via Grioni, nel quartiere di San Carlo; successivamente i lavori interesseranno inoltre via Mercato, via Gramsci, via De Marchi, viale Repubblica, via Medaglie d’Oro, via Piacenza, via IV Novembre, via Cadorna, via della Chiesa e piazza Garibaldi. L’intervento avrà un costo complessivo di 49mila euro, e segue la linea dettata nel 2013 con la messa a dimora di cinquanta nuove piante in diverse zone del centro e dei quartieri. A seconda delle zone interessate saranno selezionate essenze arboree di diverso tipo.

“La Giunta Bonaldi lascia una città più verde – dichiara l’assessore ai lavori pubblici Fabio Bergamaschi – A parlare sono i numeri, che indicano durante il quinquennio la messa a dimora di nuove piante nell’ordine di diverse centinaia, se contiamo anche la piantumazione lungo le nuove ciclabili o nei parchi pubblici. Si tratta di un aspetto importante delle politiche di sostenibilità ambientale e di decoro pubblico, poiché si sa che ‘verde è bello’ e che, al contrario, i ceppi delle piante abbattute offrono un’immagine di trascuratezza, soprattutto se perduranti per anni lungo le strade urbane. Prima d’ora nessuno si era preoccupato di tenere una contabilità degli abbattimenti che si sono susseguiti nel tempo: ora l’Assessorato ai Lavori Pubblici dispone invece di un monitoraggio puntuale su ogni via e parco cittadino, nonché di una programmazione pluriennale d’intervento. E’ stata anche l’occasione per verificare lo stato di salute delle essenze arboree e procedere con la messa in sicurezza di alcune vie e parchi, ma con una differenza sostanziale rispetto al passato: laddove si abbatte a tutela dell’incolumità pubblica, si procede immediatamente alla nuova piantumazione”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti