Ultim'ora
Commenta

Volley, Abo Offanengo
rimonta da 1-2 a 3-2
contro Pavidea Ardavolley

La squadra di Nibbio bissa il risultato dell’andata e festeggia la terza vittoria consecutiva che fa approdare le cremasche al sesto posto, sempre nel vivo della lotta play off
Una buona pallavolo messa in campo seppur a tratti, ma soprattutto (e a maggior ragione) un grande carattere, andando a prendersi di autorità il successo al tie break. Batte forte il cuore dell’Abo Offanengo, che in B2 femminile festeggia la terza vittoria consecutiva grazie al 3-2 in rimonta centrato al PalaCoim contro la Pavidea Ardavolley ricca di ex. Sotto 2-1, la squadra di Giorgio Nibbio ha saputo risalire la corrente, imponendosi agevolmente nel quarto set (25-17) e nel tie break, chiuso 15-9. Davanti al pubblico delle grandi occasioni, Offanengo è tornata a far valere il fattore-campo dopo le due precedenti sconfitte casalinghe consecutive. Inoltre, grazie ai due punti ottenuti contro le piacentine, l’Abo ha guadagnato un posto in classifica, passando dal settimo al sesto posto e rimanendo sempre vicina alla zona play off, distante due lunghezze.
Contro la Pavidea Ardavolley, Sghedoni e compagne hanno costruito il successo su binari non differenti rispetto al match d’andata (chiuso con lo stesso risultato): come a Fiorenzuola, infatti, battuta e muro sono stati determinanti. Dalla riga dei nove metri l’Abo ha collezionato la bellezza di 16 ace (bene anche le ospiti con 10 servizi vincenti), mentre in prima linea sono arrivati 14 block.  A livello individuale, top scorer dell’incontro l’opposto dell’Abo Sara Lodi con 22 punti, supportata dalle centrali Fontanari (17, dei quali 5 a muro) e Rettani (14, con 3 ace e 3 muri). In doppia cifra anche le schiacciatrici Martina Ginelli (11, con 4 ace) e Giorgia Rancati (13, 4 battute vincenti), quest’ultima subentrata positivamente ad Alice Bocchino giocando stabilmente dal secondo set. Come miglior giocatrice dell’incontro, invece, è stata nominata il libero (ed ex di turno) Michela Musiari, premiata dal consigliere del Volley Offanengo 2011 Adriano Silvani con un omaggio della cartolibreria “Il Calamaio” di Offanengo. Sul versante Pavidea Ardavolley, spiccano i 20 punti della schiacciatrice Serena Tosi, la migliore della formazione allenata da Roberto Marini.
L’andamento del match ha visto l’Abo dominare agevolmente i tre parziali vinti (secondo, quarto e quinto) e perdere di misura il primo e il terzo set, con un pizzico di rammarico soprattutto per la frazione d’apertura, dove le cremasche conducevano 18-13 e 20-16 e hanno avuto anche una palla set (25-24).
IL COMMENTO DI COACH NIBBIO – A fine gara, il tecnico dell’Abo Offanengo Giorgio Nibbio commenta così il 3-2 dopo oltre 2 ore di gioco. “E’ stata una vittoria cercata – afferma Nibbio – la squadra ha lottato fino alla fine; abbiamo vinto tre set nettamente, mentre abbiamo buttato via il primo parziale. Nella terza frazione eravamo sotto, abbiamo recuperato, ma non siamo riusciti a chiudere. Sono contento del risultato ed è ciò che serve in questa lotta serrata per i primi posti. Nei parziali vinti abbiamo giocato una discreta pallavolo: abbiamo battuto bene facendo 16 ace, murato molto con 14 punti diretti, mentre la nota stonata sono gli errori in attacco (21), dei quali 9 nel primo set dove abbiamo pagato dazio. Dobbiamo imparare a gestire questo fattore, soprattutto quando si presenteranno match delicati. In ricezione abbiamo cercato di limitare il più possibile gli errori diretti, ma anche Fiorenzuola ha battuto bene, tirando il servizio e creando un po’ di scompiglio. In difesa, infine, siamo stati ordinati rispettando le consegne tattiche”. Dopo il week end di sosta del campionato, l’Abo tornerà in campo sabato 4 marzo a Lecco a domicilio del Picco.

© Riproduzione riservata
Commenti