Cronaca
Commenta

Tangenzialina, Piloni: 'Deciso tracciato'. Cna: 'Avanti con determinazione'

Un altro passo verso la Tangenzialina. Venerdì scorso tavolo di confronto tra i Comuni interessati, il presidente della Provincia Davide Viola, l’assessore regionale Agostino Alloni e la Cna (Confederazione nazionale artigianato): “Finalmente abbiamo archiviato la questione ‘quale percorso'”, ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Matteo Piloni.

E’ stato infatti scelto, secondo lo studio di fattibilità portato avanti dalla Provincia, il tracciato che collegherà l’area industriale a nord di Crema con la Melotta. Sembrano quindi superate tutte le difficoltà e le criticità emerse nel passato ed ora si può procedere nella definizione dell’iter per la costruzione.

Il progetto, che avrà un costo di 6.700.000 euro, approderà sul tavolo di Regione Lombardia, dopo che la Provincia di Cremona avrà stilato e inviato il protocollo d’intesa ai Comuni di Crema, Campagnola Cremasca, Cremosano, Capralba e Pianengo. Comuni che dovranno approvare lo studio di fattibilità nei rispettivi Consigli, cosa che dovrebbe avvenire entro la metà di marzo. Inoltre, il protocollo d’intesa suggerisce e richiede alla Provincia di Cremona che verifichi, anche in termini di progettualità, la possibilità del collegamento tra la stessa tangenzialina e la BreBeMi.

“Un decisivo passo in avanti per la definizione di una viabilità compatibile con le necessità delle imprese locali, che da tempo attendono questo intervento, con un impatto ambientale sostenibile che potrebbe davvero offrire una soluzione definitiva per il collegamento dell’area industriale ex Olivetti di Crema con la BreBeMi – ha dichiarato la Cna – L’auspicio è che si proceda compatti e senza indugio nel perseguimento del risultato tanto atteso dal territorio”.

Il tema del reperimento delle risorse si aprirà dopo che Regione Lombardia avrà approvato lo studio di fattibilità.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti