Commenta

Comuni, nel 2014 pochi
investimenti per lo sport
Ok Izano, Crema 135esima

Nello sport non si investe abbastanza. E’ quanto si evince dal rapporto di Openpolis, riferito all’anno 2014. Della provincia di Cremona si salva solo Izano, che si è piazzato al 33esimo posto con un investimento pro capite di oltre 99 euro.

Seguono Capergnanica e Ripalta Cremasca, che hanno investito rispettivamente 44,73 e 43,63 euro per ogni abitante per la promozione della cultura sportiva. Più in basso Crema, al 135esimo posto, 969esima in Italia, che nel 2014 ha speso poco meno di 40 euro pro capite per lo sport.

Al 152esimo posto si trova Casaletto Ceredano e da questo, a scendere, tutti i Comuni del Cremonese. Male, però, il capoluogo di Provincia: appena 402esimo, (al posto 2.157 in Italia) con un investimento pro capite di poco superiore a 20 euro.

Malissimo, invece, per quanto riguarda il Cremasco, Moscazzano e Torlino Vimercati che rispetto ai 1.498 Comuni lombardi si sono piazzati rispettivamente al 1.449esimo e al 1.484esimo posto, con una spesa per lo sport di 0 euro.

Il discorso relativo a Crema va di certo visto in prospettiva di crescita, in quanto i dati, che appunto si riferiscono al 2014, non prendono in considerazione la grande macchina organizzativa di Crema Città europea dello Sport, che ha mosso un gran numero di società sportive e atleti e ha visto mettere a bilancio una buona fetta di patrimonio per il recupero e la realizzazione di alcuni impianti sportivi, a cominciare dai playground, passando per il velodromo e il progetto per la pista di atletica.

La città guadagnerà quindi certamente posizioni nei prossimi bilanci di Openpolis.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti