Commenta

Elezioni, sfida 'in rosa' a
sinistra: Mimma Aiello
conferma disponibilità

Potrebbe essere l’avvocato 46enne Mimma Aiello il volto della civica di sinistra, ideata e promossa da Rifondazione Comunista, attualmente ancora in maggioranza con Stefania Bonaldi, ma che correrà da sola per le elezioni amministrative della prossima primavera.

“Me l’hanno chiesto – ha confermato l’avvocato – e sono rimasta spiazzata. La mia intenzione sarebbe quella di accettare, ma ci sono alcune persone che devono ancora esprimere un’opinione in merito, specialmente all’interno del Prc”. Mimma Aiello non possiede alcuna tessera di partito, ma recentemente si è avvicinata al mondo della politica attraverso l’esperienza del Comitato per il ‘No’ al referendum costituzionale. Figlia di Ermete Aiello, ex presidente dell’ordine degli avvocati di Crema, che è stato capogruppo del Pc in Consiglio comunale ed assessore all’Urbanistica.

La contrapposizione con la Bonaldi pare cosa fatta: una sfida tutta al femminile, giocata nella medesima area politica. Beppe Bettenzoli, segretario di Rifonda, né conferma né smentisce: “E’ una possibilità, ma non è l’unica. Domani sera ci sarà il direttivo del circolo – ha spiegato – durante il quale presenteremo il nome di Mimma e di altri che vorremmo in squadra. Per quanto mi riguarda credo sia una candidatura pregevole, ma io non sono il padrone della lista ed è giusto che tutti, democraticamente, esprimano il proprio parere”.

La lista, “progressista e ambientalista”, come ha sottolineato Bettenzoli, si è avvicinata molto a personalità della società civile, come l’ex sindaco di Madignano Virginio Venturelli e Gianemilio Ardigò (candidato sindaco per i Verdi nel 2012). “Dopodomani, giovedì, sapremo dare conferme”, ha promesso il segretario, che non esclude un eventuale appoggio alla Bonaldi in caso di ballottaggio, “specie se il rischio è quello che la città finisca in mano al centrodestra. Ma questo è un mio personale pensiero”.

E se da una parte i Rifondaroli devono ancora terminare il programma, c’è un’altra questione che necessita risoluzione: Renato Stanghellini. Il volto storico di Rifondazione si è detto stanco del continuo cambio di carte in tavola da parte della segreteria del partito. Stanghellini non ha mai fatto mistero di voler continuare a dare il proprio sostegno al sindaco uscente, e pare che due delle liste civiche a che affiancano la Bonaldi gli abbiano proposto di entrare in squadra. Bettenzoli, al riguardo, resta vago: “Se Renato ha bisogno di riflettere lo faccia, però poi prenda una decisione definitiva”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti