Ultim'ora
Commenta

Volley B2, l’Abo Offanengo
non si sblocca: il Brembo
espugna il PalaCoim

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di Giorgio Nibbio, che sotto 2-0 reagisce con un ottimo terzo set prima di cedere nel finale del quarto parziale
Non si ferma il momento-no dell’Abo Offanengo, che al PalaCoim incassa la terza sconfitta consecutiva (la seconda casalinga e la quinta stagionale) cedendo in quattro set al Brembo nella prima giornata di ritorno. Finisce 3-1 per le bergamasche, stesso risultato dell’andata, con la squadra di Giorgio Nibbio che non riesce a festeggiare la decima vittoria stagionale.
Davanti al sempre caloroso pubblico cremasco, è stata una partita dai due volti: nella prima metà l’Abo ha faticato a entrare in partita, giocando contratta e troppo a sprazzi, mentre nel terzo set c’è stata una veemente reazione di Offanengo, come testimonia la netta vittoria del parziale (25-14). Nel quarto set, le cremasche hanno mostrato carattere e voglia di vincere, reagendo a una partenza negativa (3-8) e trovando l’aggancio a quota 12 prima di giocarsela ad armi pari fino al rush finale che però ha premiato Brembo (22-25).
Nel complesso, non è mancata qualche nota positiva di squadra, tra cui il muro (11 block vincenti), mentre un dato che ha condannato l’Abo è quello degli errori in attacco (21 a 4). Sabato Offanengo sarà di scena a Genova, ospite della Serteco Volley School.
LA PARTITA – La partenza dell’Abo è incoraggiante, con gli ace iniziali di Rettani (2-0) e Lodi (5-2) che spingono avanti le padrone di casa. Il Brembo reagisce con Cassis (5-5), poi infila il break che porta sul 5-10 (time out Nibbio). Poco dopo, lieve acciacco per Ginelli, sostituita da Rancati, ma Offanengo non c’è (9-19), cedendo 17-25. In avvio di secondo parziale, le ragazze di Nibbio sfruttano il muro e avanzano 9-7, ma un altro filotto aiuta il Brembo (9-14). Entra Rancati per Lodi, poi Lorenzi allunga in battuta (11-18). Dentro Boglio per Bocchino, l’Abo arriva fino al -4 (16-20, time out bergamasco), ma Capoferri sigilla il 20-25 che vale il 2-0 per il Brembo.
Nel terzo set, Nibbio ridisegna la squadra: Rancati con Ginelli in banda e Lodi opposta. A dare il la è il turno in battuta di Fontanari (2 ace per il 4-1), con la centrale trentina che si fa notare a muro insieme a Rettani e Lodi (19-7). In questo set non c’è partita, con l’Abo che chiude 25-14.
Nella quarta frazione, però, Offanengo riparte male (3-8). La reazione locale c’è (7-9 con Rancati), poi Rettani firma la doppietta che vale l’aggancio a quota 12. Qui inizia il lungo braccio di ferro, con le cremasche che arrivano fino al 21-20 prima di cedere 22-25.

© Riproduzione riservata
Commenti