Cronaca
Commenta

Furto e resistenza: arrestati due stranieri al termine di un lungo inseguimento

Sono stati fermati dai carabinieri di Bagnolo Cremasco, che li hanno visti passare in paese a bordo di una “Volvo V60” di colore scuro, segnalata nei giorni precedenti da alcuni cittadini che hanno subito furti in casa.

A bordo della vettura tre giovani; il conducente, alla vista dei militari ha tentato di prendere velocità, ma i carabinieri lo hanno intercettato, costringendolo ad invertire il senso di marcia e tornare verso Crema. “Durante le fasi concitate del suo inseguimento, utilizzando anche i mezzi veloci della Radiomobile, il conducente della Volvo più volte ha eseguito sorpassi molto azzardati rischiando continuamente di causare incidenti stradali e quindi al fine di preservare l’incolumità degli utenti della strada, veniva deciso di far rallentare il traffico a valle della direzione di fuga dei malfattori, creando una specie di ‘blocco stradale’, tanto da costringere i fuggiaschi a rallentare la marcia ed essere raggiunti dai carabinieri che pedinavano il mezzo a breve distanza”, ha spiegato il maggiore Giancarlo Carraro. I fuggiaschi, grazie anche all’aiuto di altre pattuglie, sono stati bloccati all’altezza di Montodine, quando la macchina è rimasta imbottigliata nel traffico creato ad hoc dai carabinieri. I giovani stranieri hanno tentato di scappare a piedi per le vie del centro di Montodine, ma due di loro sono stati fermati dai militari; il terzo, nonostante sia stato cercato fino a notte inoltrata, è riuscito a scappare.

I due, albanesi, poco più che 20enni e con precedenti per reati contro il patrimonio, sono stati portati in caserma e sono stati dichiarati in arresto per la ricettazione del veicolo, che è risultato rubato in provincia di Verona, e resistenza a pubblico ufficiale. A bordo della Volvo è stata trovata una ricetrasmittente sintonizzata sui canali di lavoro delle forze dell’ordine che permetteva loro di conoscere in anticipo le comunicazioni che la centrale operativa dava alle pattuglie, nonché un flessibile ed un grimaldello affilato, utilizzati probabilmente per sventrare le cassaforti delle abitazioni.

 

© Riproduzione riservata
Commenti