Ultim'ora
Commenta

Volley B2 femminile,
Verdelli e l’impegno
nel Volley Offanengo 2011

Classe 1993, è l’assistant coach dell’Abo e il tecnico dell’under 13 targata Eos dopo il triennio alla guida dell’under 16. “Ho una grande passione e un ambiente così è molto stimolante”
Una cosa è fuori di dubbio: non ha giornate con possibilità di annoiarsi. Nella vita quotidiana la pallavolo ricopre una buona fetta per Emanuele Verdelli, giovane tecnico del Volley Offanengo 2011 dove opera con un impegno a 360 gradi e dove sta lavorando per il quarto anno consecutivo. Cremasco classe 1993, Verdelli è l’assistant coach dell’Abo, la prima squadra che occupa il terzo posto nel girone B di B2 femminile, oltre a guidare la formazione under 13 targata Eos (affiliata alla Pallavolo Offanengo), capolista imbattuta nel girone C provinciale. Per non farsi mancare nulla, resiste anche la passione da giocatore, vestendo la maglia dell’Imecon in serie C dopo aver calcato per anni il palcoscenico della serie B da libero.
“Tutto questo – spiega Verdelli – perché ho una grande passione che non si limita al giocare, che ora come ora per me è come una valvola di sfogo. Mi piacere insegnare e allenare e attualmente sto completando la laurea magistrale in Scienze motorie”.
Partiamo dall’under 13, in testa alla classifica del proprio girone.
“Il campionato sta andando bene e onestamente sono un po’ sorpreso dai risultati, anche perché la maggior parte delle ragazze ha un anno in meno del limite di età: abbiamo solo due ragazzine che nella prossima stagione passeranno di categoria. Ho trovato un gruppo già preparato a livello tecnico e in più ha grande entusiasmo: questo mi stimola a lavorare. Io chiedo molto impegno, ma ho visto già una buona mentalità che aiuta nel proporre il lavoro in palestra. Il risultati non sono l’obiettivo principale, bensì la crescita delle giovani pallavoliste. Oltre a bagher e palleggio, in questo periodo stiamo inserendo l’attacco con buoni risultati”.
Nello staff tecnico dell’Abo (B2), invece, ricopri il ruolo di assistant coach: in cosa si concentra il tuo lavoro?
“Giocando al sabato, il mio lavoro si concentra soprattutto durante la settimana, aiutando coach Giorgio Nibbio a preparare la gara e svolgendo la maggior parte del mio compito negli allenamenti quotidiani in palestra. Sono contento di lavorare in uno staff molto preparato”.
Sabato scorso l’Abo ha iniziato al meglio il 2017 con il 3-0 contro la Conad Alsenese.
“Nelle tre settimane di sosta abbiamo lavorato molto su noi stessi nell’ottica di arrivare preparati al massimo a quella partita, che non era decisiva, ma molto importante per non staccarsi troppo in classifica. Sapevamo di affrontare una squadra tosta, certamente penalizzata dall’assenza della palleggiatrice titolare (Cristina Losi, ndc), ma questo non toglie nulla alla grande prestazione delle nostre ragazze, probabilmente una delle migliori partite fin qui giocate”.
Il prossimo ostacolo è il Sanda Brugherio, da affrontare sabato a Monza.
“E’ un avversario da non sottovalutare, visto che gioca in casa dove finora ha collezionato ottimi risultati e può fare grandi cose. Dovremo andare a Monza con l’approccio corretto per provare a fare risultato, sapendo che non sarà semplice”.
DOMANI IN CAMPO LA PIOVANI – Appuntamento di campionato per la Piovani Offanengo, formazione di Seconda divisione femminile che giovedì scenderà in campo alle 21 nella palestra di via Monteverdi ospitando la All Metals Ripalta Cremasca nella dodicesima giornata. La squadra allenata da Mauro Marchesini è attualmente decima con 15 punti all’attivo (5 vittorie e 6 sconfitte), mentre l’All Metals condivide la terza piazza con Zelo Buon Persico a quota 24 punti.

© Riproduzione riservata
Commenti