Commenta

Aeham Ahmad, il 'Pianista
di Yarmouk' in concerto
il 21 gennaio al Manenti

Le note per combattere il rumore delle armi. La musica contro la morte e il terrore.

Arriva anche a Crema il pianista siriano Aeham Ahmad, diventato famoso per aver risposto al fuoco delle mitragliatrici dell’Isis portando il proprio pianoforte per le strade devastate di Yarmouk, campo profughi palestinese alla periferia di Damasco. Aeham, classe 1988, ha poi dovuto fuggire, attraversando la rotta Balcanica: i miliziani del Califfato hanno bruciato il suo pianoforte, uccidendo anche un bambino che stava assistendo al “concerto”. Oggi Aeham vive vicino a Francoforte, in Germania, e da qualche tempo lo ha raggiunto la famiglia.

Nell’agosto del 2016 ha pubblicato il suo primo disco, dal titolo “Music for hope”, 20 tracce che raccontano gli orrori della guerra siriana, della violenza, degli assassini spietati, delle città distrutte, della fuga dei profughi. Entro la fine di quest’anno pubblicherà un altro disco e un’autobiografia. Nel frattempo, Aeham è in tour in Italia, e la sua musica giungerà anche nella nostra città.

Il concerto del “pianista di Yarmouk” si terrà sabato 21 gennaio all’Auditorium Manenti. 

ab

© Riproduzione riservata
Commenti