Ultim'ora
Commenta

Consiglio: il tribunale andrà
in cessione all'Asst. Bilancio
di previsione positivo

Nell’ultimo Consiglio comunale del 2016 è stato presentato il bilancio di previsione per l’esercizio 2017. Un bilancio tutto sommato positivo, che pareggia a 50 milioni e 884mila euro, nonostante la partita ancora aperta del tristemente famoso milione di euro per l’ecomostro di Cl, il “fondo rischi” che il Comune deve finanziare per Legge per tutelare i mancati pagamenti e la crisi nazionale.

Ciò che ha fatto maggiormente scalpore è stata la notizia, annunciata dal sindaco Stefania Bonaldi: “La Giunta ha approvato una delibera con la quale manifesta disponibilità di mettere l’immobile a disposizione dell’Asst, questo significa cedere la proprietà o diritto reale di godimento, per l’ampliamento dei servizi ospedalieri”.

Una vera e propria cessione dell’immobile al fine di “rafforzare il posizionamento dell’Asst di Crema, sviluppandola in chiave socio-sanitaria territoriale”, ha spiegato il primo cittadino. L’ex tribunale andrebbe ad ospitare una ventina di posti letto per la degenza, ambulatori destinati a medici di base e specialisti, il reparto di neuropsichiatria infantile e la scuola infermieristica, che raddoppierebbe la propria utenza, portando in città il bacino di studenti di Lodi. “La battaglia per far tornare il tribunale a Crema è una battaglia di retroguardia preferiamo il realismo di un progetto che possa avere gambe per camminare”, ha concluso il sindaco.

Un annuncio che, seppur non sia stato discusso, ha già fatto storcere il naso ad alcuni membri della minoranza.

Un altro punto all’ordine del giorno è stato l’approvazione del testo relativo al bando di gara per la gestione del bocciodromo comunale. Procedura esperita da Scrp su incarico del Comune di Crema. “Sono ammessi a partecipare alla gara gli operatori economici, le società e associazioni sportive dilettantistiche, gli enti di promozione sportiva, le organizzazioni sportive associate e le federazioni sportive nazionali, le società cooperative e le Onlus”, come si legge nel bando. Il testo è stato approvato con 14 voti a favore, 4 contrari e l’astensione dei consiglieri Cinque Stelle.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti