Ultim'ora
Commenta

Volley B2 femminile, l’Abo
cade a Gorla e chiude
il 2016 al terzo posto

E’ amaro il finale di 2016 per l’Abo Offanengo, che a Gorla Minore incassa il secondo ko stagionale nell’ultimo match dell’anno solare in B2 femminile. In terra varesotta, la squadra di Giorgio Nibbio ha ceduto 3-1, fermando così a otto la striscia di vittorie consecutive che l’aveva mantenuta saldamente nelle primissime posizioni in classifica. Il match che decideva la seconda in classifica alla sosta natalizia ha premiato Gorla, che sale così a quota 25, rimanendo in scia della capolista Conad Alsenese, vincitrice in quattro set contro Marudo e sempre prima con 26 punti. Per la Cosmel, quinto successo consecutivo e imbattibilità casalinga mantenuta, mentre dal canto suo Offanengo rimane ugualmente in zona play off al terzo posto con 22 punti, non subendo il sorpasso di Lecco (caduta 3-2 contro il Caseificio Paleni Casazza) e nemmeno l’aggancio del Brembo, ko in quattro set a Brugherio contro il Sanda. Alla ripresa del campionato, la squadra di Nibbio ospiterà il 7 gennaio al PalaCoim proprio la Conad Alsenese in un altro big match.
Senza Fontanari (infortunata) e con Raccagni in campo al centro, l’Abo ha pagato dazio con un avvio negativo (25-17), mentre l’ago della bilancia sembra esser stato il terzo parziale, dove Offanengo (dopo l’ottima reazione nel secondo set, vinto 25-27 pur con tanti patemi) ha sprecato un vantaggio importante (11-16) subendo un filotto che ha portato al 25-22 e al 2-1 locale. Nella quarta frazione, poca storia, con le cremasche messe all’angolo e costrette alla resa nonostante una reazione nel finale (dal 20-9 al 22-15): 25-19 e 3-1. In campo statistico, significativa la differenza degli errori totali (39 ospiti contro i 28 locali), con il Gorla che –soprattutto nella prima parte del match – ha sbagliato molto meno. A livello individuale, in casa Abo 14 punti per Martina Ginelli e 13 per Monica Rettani, mentre a trascinare la Cosmel è stata soprattutto l’opposta Elli (18 punti).
“Non abbiamo disputato una grande gara – commenta coach Giorgio Nibbio – abbiamo commesso troppi errori e non abbiamo battuto bene, ossia due aspetti che normalmente non ci appartengono. Gorla è una buona formazione, peccato per il terzo set, che è stato un po’ l’ago della bilancia: l’averlo perso ci ha un po’ condizionato moralmente. Peccato perché il muro-difesa stava funzionando bene e stavamo giocando una buona pallavolo. Ora arriva la sosta e cercheremo di preparare al meglio la sfida contro la Conad Alsenese”.

© Riproduzione riservata
Commenti