Cronaca
Commenta

Controlli di prevenzione anticrimine: 30enne nei guai per tentato furto

Come accaduto nel corso della fine del 2014 e del 2015, anche per questo dicembre, in occasione del particolare periodo festivo, sono stati intensificati da parte dei Carabinieri di Crema i servizi di prevenzione del crimine nei pressi delle attività commerciali con l’impiego di più pattuglie. La presenza dei carabinieri, infatti, aumenta la percezione di sicurezza nella comunità e rende il periodo più sereno e tranquillo.

“Notevole è l’afflusso nei fine settimana nei centri commerciali di persone per fare acquisti” fa sapere il comandante maggiore Gian Carlo Carraro. “Con essi arrivano anche i malintenzionati che approfittano dei momenti di confusione/ressa per commettere borseggi, scippi o furti su auto incustodite e ciò rende necessario implementare la presenza con pattuglie in uniforme sia a bordo di autoradio sia con l’impiego dei ‘carabinieri di quartiere’ che percorrono a piedi le vie del centro cittadino e contattano i commercianti raccogliendo utili informazioni su  persone sospette che si aggirano all’interno dei negozi”.

Grazie a tale fattiva collaborazione, già in passato sono state denunciate delle zingare che provenivano dal lodigiano e che si erano impossessate di diversi capi di abbigliamento. La collaborazione ha permesso recentemente di denunciare per tentato furto un rumeno 30enne. L’uomo si era nascosto nel camerino di un negozio di abbigliamento dell’Ipercoop di Crema e si era impossessato di un giubbino dal quale aveva strappato la placca antitaccheggio. Era però stato notato da alcune commesse, che hanno allertato i carabinieri. Immediato l’intervento di un equipaggio, che ha preso in consegna il malfattore residente nel bresciano.

“Nei confronti di chi non è residente e viene sorpreso a commettere delitti, infine, verranno adottate delle misure di prevenzione quali il foglio di via obbligatorio per tre anni dal Comune, al fine di evitare la reiterazione del reato e scoraggiarne in maniera efficace l’azione criminosa” fa sapere ancora Carraro. “Imprescindibile rimane sempre la collaborazione con il cittadino che deve segnalare immediatamente quello che accade, attraverso la linea 112, per permettere un tempestivo intervento degli equipaggi”.

© Riproduzione riservata
Commenti