Commenta

Inclusione e uguaglianza in
passerella con 'Sewing Lab'
e Anffas in sala Da Cemmo

Giovedì 15 dicembre alle 20 presso la sala Pietro da Cemmo si terrà la prima sfilata di beneficenza organizzata in collaborazione con i ragazzi e le ragazze di Anffas Crema, che sfileranno in passerella per la collezione “double in flower”.

La serata avrà come tema l’inclusione e l’uguaglianza: “Come dichiarato nella Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità – afferma la presidente Anffas Daniela Martinenghi – prendere parte su base di uguaglianza con gli altri alla vita culturale e alle attività ricreative è un diritto di tutti, anche delle persone disabili”.

Insieme a modelli e modelle professioniste sfileranno Katia Peroni, Nadia Riseri, Paola Denti, Rosangela Martinenghi, Giuliano Bonizzi e Vittorio Deste, di Anffas Crema. Per loro sono stati realizzati abiti su misura, da indossare in passerella per vivere una nuova esperienza ricca di emozioni.

L’evento è organizzato dallo stilista Andrea TosettiVera Doldi della “Andrea Tosetti sewing Collection” e dalla make-up artist Chiara Monga, in collaborazione con Emanuele Manenti della Manenti Shoes di Treviglio, Manuel Berselli illustratore di Crema e con il Polo della Cosmesi. “Sarà l’occasione per far capire quanto la diversità sia una caratteristica innata e naturale – dichiarano gli organizzatori – siamo tutti unici, e tutti puntiamo alla felicità, ma ciascuno tenta di raggiungerla seguendo la propria strada”.

La serata (presentata da Andrea Prada e Giuliana Cazzaniga) inizia alle 20 con un apericena a base di prodotti tipici cremaschi, offerti da Made in Crema e Bufalo Boutique (prevista offerta di 10 euro), per poi continuare con la sfilata alle 21.30 (offerta libera non obbligatoria), con la proiezione dello spot “Io Cittadino” e con il contributo musicale del cantautore cremasco Giò Bressanelli. L’intero ricavato andrà a favore dell’associazione Anffas Crema Onlus.

“Iniziative di questo tipo confermano l’importanza di creare sinergie tra cultura e tessuto sociale, per sensibilizzare l’opinione pubblica a tematiche importanti come l’inclusione – commenta l’assessore alla cultura Paola Vailati – In qualità di assessorato alle pari opportunità sosteniamo lo spirito che anima questo tipo di attività, e invitiamo la cittadinanza a partecipare per condividere divertimento ed emozioni con i ragazzi di Anffas e i promotori della serata”.

© Riproduzione riservata
Commenti