Lettere
Commenta

Le riflessioni di Antonio
Agazzi riguardo l'esito
del referendum

da Antonio Agazzi - Capo Gruppo di "Servire il cittadino"

Qualche riflessione sull’esito del Referendum costituzionale. Era un referendum che non aveva bisogno di quorum, eppure gli italiani sono andati a votare in modo consistente.
Hanno colto l’importanza dell’occasione Loro offerta: potevano dire la Loro dopo tre Governi insediati dal Palazzo, senza legittimazione popolare.
Renzi puntava molto sul voto a Suo favore di ampie fasce di cdx, poteva nascere il ‘partito della nazione’; per giorni è andata in scena la velina – specie in rete e nel passaparola – del Berlusconi che dice di votare NO ma Lui vota SÌ…

Invece no, Berlusconi ha intensificato, nell’ultimo periodo, le presenze mediatiche, facendo chiaramente campagna per il NO e l’elettorato di cdx ha tenuto, ha capito che varando quella riforma – abbinata all’Italicum – avrebbe consolidato il potere del PD e di Renzi, per lustri…
Pezzi di sinistra, inoltre, han votato contro Renzi e la Sua riforma, seguendo i leaders storici del PD, D’Alema, Bersani & C.

Certo il SI ha avuto un suo riscontro: tutti voti di Renzi? Non credo. C’era chi votava SI per ‘mandare a casa un po’ di Parlamentari’, per ‘cambiare’, in fondo una quota di voto ‘anti sistema’ ha creduto a una certa propaganda senza essere elettorato del PD.

C’erano coloro che si illudevano di apportare, con il SI, un contributo ‘riformatore’, recuperando alcune istanze anche ‘berlusconiane’ o della FI delle origini… Per me, infine, è stato chiarissimo il messaggio alla politica tutta e a Renzi in primis: certe narrazioni propagandistiche non incantano più gli italiani, che non si fanno più comprare e sono stanchi del lavoro che manca, del benessere che arretra, dell’immigrazione incontrollata, della pressione fiscale che non scende…

Un cdx unito con un Suo leader che riappassioni gli italiani ha grande spazio di ‘manovra’…ma qui sta il problema vero, creare l’alternativa, a Roma e…a Crema, velocemente, senza perdere altro tempo…

© Riproduzione riservata
Commenti