Cronaca
Commenta

Lunedì nero per i pendolari: ritardi e soppressioni durante tutta la giornata

Un lunedì nero per i pendolari sulla linea Milano-Cremona-Mantova, che questa mattina hanno dovuto fare i conti con soppressioni e una lunga serie di ritardi, anche superiori alla mezz’ora. Si è iniziato già di prima mattina, con la soppressione del treno in partenza da Cremona per Milano alle 6.37. Il convoglio è stato sostituito col Cremona-Treviglio delle 6.54, che ha effettuato fermate straordinarie, con buona pace dei pendolari che da Treviglio hanno dovuto poi cambiare e salire su un treno per Milano. A denunciare la situazione i pendolari del gruppo Facebook ‘Pendolari della Cremona-Treviglio-Milano’.

I problemi si sono ripresentati intorno a mezzogiorno, la linea è stata interessata da numerosi ritardi: il Mantova-Milano delle 12.50 (circa 40 minuti di ritardo a causa – scrive Trenord – dell’improvvisa necessaria variazione di turno del personale), il Mantova Cremona delle 13.30, mentre lo stesso convoglio delle 14.19 è stato rallentato dal guasto di un altro treno lungo la linea. Non molto meglio sulla Cremona-Brescia, dove sempre intorno a mezzogiorno si sono accumulati ritardi di una ventina di minuti su diversi convogli.

AGGIORNAMENTO – Il pomeriggio non è certo andato meglio per le linee ferroviarie in transito da Cremona. Dopo qualche ora di relativa calma, i problemi sono ricominciati alle 17.30, quando un guasto agli impianti di circolazione lungo la linea (all’altezza di Gazzo Pieve San Giacomo) ha prodotto un ritardo di mezz’ora del Milano-Mantova delle 16.20 e del Mantova-Milano delle 16.50. Il Milano-Mantova delle 17.15 si è invece fermato a causa dell’investimento di un animale sulla linea. Ritardo previsto, di circa un quarto d’ora, anche per il Milano-Mantova delle 19.15.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti