Sport
Commenta

Ieri sera la consegna delle onorificenze del Coni in sala Da Cemmo

Si sono tenute ieri, in sala Pietro da Cemmo, le premiazioni del Coni. Durante l’evento sono stati consegnati riconoscimenti del Comitato a personaggi, associazioni e società che si sono distinti per meriti sportivi.

I riconoscimenti si sono distinti in:

  • Stelle al Merito Sportivo: un’onorificenza conferita dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano. L’onorificenza venne istituita il 20 dicembre1933 per premiare “i Presidenti di Federazioni Sportive che più si siano distinte, durante un biennio, in affermazioni di carattere internazionale”. L’assegnazione fu successivamente estesa anche a “corpi armati, enti che abbiano svolto lodevole attività sportiva” Oggi la concessione di questa onorificenza avviene per gradi successivi di merito (bronzo, argento e oro) su proposta degli organismi territoriali del CONI, delle Federazioni Sportive Nazionali e delle Discipline Sportive Associate in favore di dirigenti e società particolarmente meritevoli per l’attività prestata in campo sportivo.
  • Palma al Merito Tecnico Il riconoscimento viene concesso su segnalazione degli organismi territoriali del CONI, delle Federazioni Sportive Nazionali e delle Discipline Sportive Associate ai tecnici sportivi che si sono distinti per l’ottenimento da parte dei loro atleti o squadre di risultati di livello nazionale o internazionale nonché per il rilevante contributo in favore dell’attività.
  • Medaglia al Valore Atletico Onorificenza sportiva che premia, secondo tre gradi distinti (oro, argento, bronzo) gli atleti che hanno conseguito risultati di rilievo in ambito italiano, europeo o mondiale.

Tra i premiati cremaschi la società sportiva Ac Crema 1908, la cui stella d’oro è stata ritirata dal presidente Enrico Zucchi: “E’ un premio dovuto ad una lunga storia, che è iniziata nel 1908. Io ho l’onore di prenderla in consegna, in quanto presidente pro tempore, ma devo avere l’umiltà di guardare al grande lavoro di chi mi ha preceduto e di chi verrà dopo di me. Ciò che più mi rende orgoglioso essere il presidente di questa società è l’impostazione progettuale che abbiamo dato, dello sport come strumento per portare avanti i veri valori sociali”.

“Questi riconoscimenti – ha sottolineato Oreste Perri, presidente regionale del Coni – vengono consegnati a chi ha portato il nome dello sport onore. Crema, ma in generale tutta la provincia di Cremona, lavorano molto bene sullo sport, non solo di vertice, ma anche a sfondo educativo, inclusivo e sociale che poi, del resto,  è lo sport che ha davvero valore”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti