Commenta

Bando nazionale
sulla mobilità sostenibile,
Crema e Cremona insieme

Sempre più in sinergia sui temi ambientali e della mobilità sostenibile i Comuni di Cremona e Crema.

Nell’ambito del bando Cariplo Brezza, che ha reso possibile la redazione del progetto Musica nel vento, i due Comuni ora stanno lavorando di nuovo insieme, con a alcuni Comuni di cintura e con partner privati, al bando denominato “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa meno scuola e casa meno lavoro”. In questo modo si riesce a superare la soglia minima dei 100.000 abitanti prevista dal bando stesso.Una riunione operativa si è tenuta a Crema tra gli assessori Alessia Manfredini, Matteo Piloni Fabio Bergamaschi e i tecnici dei diversi settori per condividere e individuare una serie di azioni da attuare sui percorsi casa-scuola, mettere in sicurezza l’accesso delle scuole, migliorare la segnaletica verticale e orizzontale, potenziare il piedibus, ampliare il bike sharing, oltre a studiare azioni attivabili sui percorsi casa-lavoro.

“Con gli assessori Piloni e Bergamaschi – dichiara Alessia Manfredini – abbiamo preso atto che le criticità viabilistiche intorno alle scuole è un aspetto comune a tutti i territori, pertanto occorre lavorare insieme favorendo l’uso della bicicletta, dei percorsi pedonali e gestire la viabilità in modo diverso. Questo si ottiene con la messa in sicurezza dei percorsi ciclo pedonali e delle aree attorno alle scuole, riducendo l’uso delle auto private negli spostamenti casa-scuola, stimolando la diffusione di stili di vita più sani, la partecipazione attiva dei cittadini nelle scelte locali, ottenendo di conseguenza anche un miglioramento delle condizioni ambientali”.

Scade oggi inoltre l’avviso esplorativo per l’individuazione di partner pubblici e privati per la partecipazione al programma sperimentale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Nei prossimi giorni le manifestazioni di interesse saranno valutate dai competenti uffici del Settore Mobilità. Il programma prevede il finanziamento di progetti, predisposti da uno o più enti locali e riferiti a un ambito territoriale con popolazione superiore a 100.000 abitanti, diretti a incentivare iniziative di mobilità sostenibile, incluse iniziative di piedibus, car-pooling, car-sharing, bike-pooling e di bike-sharing, la realizzazione di percorsi protetti per gli spostamenti, anche collettivi e guidati, tra casa e scuola, a piedi o in bicicletta, di laboratori e uscite didattiche con mezzi sostenibili, di programmi di educazione e sicurezza stradale, di riduzione del traffico, dell’inquinamento e della sosta degli autoveicoli in prossimità degli istituti scolastici o delle sedi di lavoro, anche al fine di contrastare problemi derivanti dalla vita sedentaria. I programmi possono comprendere la cessione a titolo gratuito di “buoni mobilità” ai lavoratori che usano mezzi di trasporto sostenibili. I progetti sono cofinanziati dal Ministero dell’Ambiente con una percentuale non superiore al 60% del totale dei costi ammissibili. La scadenza del bando è fissata al 10 gennaio 2017.

© Riproduzione riservata
Commenti