Commenta

Tennis Crema
in semifinale ai
nazionali maschili di A1

Il Tennis Club Crema ce l’ha fatta: a tre anni dall’ultima volta, il club di via del Fante torna fra le migliori quattro squadre del panorama nazionale, grazie alla conquista della semifinale del campionato maschile di Serie A1.

Un obiettivo diventato realtà nella trasferta decisiva sui campi del Circolo Tennis Massa Lombarda, che ha sancito la superiorità dei lombardi, a segno per 4-2, e consegnato un traguardo meritatissimo, malgrado le difficoltà della parte centrale del campionato.

Dopo due successi erano arrivati altrettanti pareggi, ma i cremaschi hanno saputo rialzare la testa nel momento opportuno, e si sono presentati al duello finale con tanta voglia di riscatto. Era una sfida da dentro o fuori: la vincente in semifinale, la perdente al secondo posto, e la terra rossa romagnola ha stabilito che avanti ci vanno gli ospiti, premiati al termine di un match preparato nei minimi dettagli.

Il successo decisivo è arrivato dai doppi, grazie alla coppia Golubev/Ungur e al 6-2 6-4 con cui si sono sbarazzati dal duo Napolitano/Ocleppo, ma è stato costruito prima con gli allenamenti a Crema nel corso della settimana e poi con una mattinata dalle mille emozioni. Due match senza storia hanno chiuso la prima tornata sull’1-1, con il successo di un Sinicropi da dieci e lode (6-1 6-1 a Ramazzotti) e la sconfitta di Coppini (doppio 6-2 da Bonin), poi il Tc Crema ha messo il turbo. Andrey Golubev ha sfoderato una prestazione maiuscola per battere per 6-4 3-6 6-3 Stefano Napolitano, uno degli italiani più in forma del momento, confermando che nelle occasioni veramente importanti le sue qualità sanno fare la differenza. Tuttavia, la vera impresa l’ha firmata il solito Adrian Ungur, in un duello delicatissimo contro Stefano Travaglia. Sotto per 7-6 3-1 (e 40-15), il rumeno ha prima riaperto le sorti dell’incontro e poi l’ha vinto in una battaglia furibonda punto su punto, chiudendo per 6-7 7-5 6-4 e firmando il 3-1 dal sapore di semifinale. Quella semifinale diventata poi realtà nei doppi.

“Siamo al settimo cielo – racconta il capitano Armando Zanotti – onorati del risultato raggiunto ma anche dell’impegno e della dedizione che ci hanno messo i ragazzi. La forza del gruppo ha saputo darci quella motivazione in più che ci ha condotto al successo. Era il nostro obiettivo a inizio campionato, poi ci siamo un po’ complicati la vita, ma col senno di poi le difficoltà hanno reso il risultato ancor più gustoso”.

Il campionato dei cremaschi, dunque, continua per almeno altre due settimane, con le sfide di semifinale. Domenica 27 il match d’andata, domenica 4 dicembre quello di ritorno. Il nome dell’avversaria, dalla quale dipenderà anche l’ordine delle due sfide, verrà sorteggiato martedì mattina alle 11, negli uffici romani della Federazione Italiana Tennis. Tre le opzioni: i campioni in carica del Tc Italia Forte dei Marmi, il Park Genova o il Tc Prato. “Nessuna preferenza – chiude Zanotti – siamo pronti a giocarcela con tutti. Che siano gli avversari a temere noi”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti