Commenta

'Sport, passione e benessere
per crescere sani', lunedì il
convegno dell'Asst di Crema

L’Azienda ASST di Crema, dopo un progetto di 3 anni di promozione di attività per favorire salute e benessere del personale vuole condividere con tutta la cittadinanza la riflessione su alcune di queste tematiche nell’ambito degli eventi di Crema Città Europea dello Sport 2016.

I temi affrontati nel progetto sono stati l’importanza dell’attività fisica, la sana alimentazione, il contrasto al fumo e all’alcol e la conciliazione famiglia-lavoro.

Il convegno di lunedì 21 novembre si propone come occasione di confronto tra esperti in campo medico, sportivo ed educativo per evidenziare il giusto equilibrio nello sport tra alimentazione e sacrificio, agonismo e competitività, riuscita individuale e di squadra, in una prospettiva di una vita sana sia fisica che psicologica.

Dopo i saluti del sindaco Stefania Bonaldi, interverranno diversi relatori, tra i quali il dottor Alberto Pellai, medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva; la dottoressa Elisabetta Buscarini, direttore dell’Unità Operativa di gastroenterologia con il dottor Paolo Basso Ricci medico radiologo; la dottoressa Federica Perolini, pedagogista, che intervisterà il ballerino Denny Lodi. 

Ci sarà poi Marco Villa, ex pistard e ciclista su strada italiano e due volte campione del mondo nell’Americana, Medaglia di bronzo alle Olimpiadi Sidney 2000 nonchè allenatore di Elia Viviani, oro olimpico a Rio de Janeiro e Adriano Cadregari, docente formatore allenatori di Calcio, vincitore del Torneo di Viareggio con le giovanili del Brescia nel 1996.

Interverranno inoltre l’allenatore Emiliano Mondonico e il dottor Giorgio Cerizza per raccontare l’esperienza presso l’U.O. di Riabilitazione delle Dipendenze dell’Ospedale ‘Santa Marta’ di Rivolta d’Adda di allenamento di una squadra speciale che sta combattendo contro la dipendenza dall’alcol. Chiuderà l’incontro la dottoressa Maria Gloria Mencatelli, direttore Socio-Sanitario dell’ASST di Crema

Il convegno è accreditato per tutte le professioni sanitarie e aperto al pubblico.

© Riproduzione riservata
Commenti