Commenta

Tennis, Crema torna al
successo: 5-1 a Sinalunga
Domenica sfida decisiva

La classifica del Girone 4 diceva che il Tennis Club Crema aveva assoluta necessità di tornare al successo, per mantenere vivo il sogno del passaggio alle semifinali del Campionato nazionale di Serie A1. E una vittoria è arrivata, peraltro la più facile dell’intera stagione, con l’agevole 5-1 rifilato ai senesi del Tennis Club Sinalunga, ora sicuri di chiudere all’ultimo posto e di giocarsi la salvezza ai play-out. I lombardi, invece, hanno mostrato una volta di più di avere le carte in regola per puntare ad andare oltre la prima fase, risolvendo la contesa già dopo i singolari malgrado l’assenza del kazako Andrey Golubev, il tennista più blasonato a difendere i colori biancazzurri. A non farlo rimpiangere ci hanno pensato gli altri quattro: Matteo Donati, Adrian Ungur, Riccardo Sinicropi e Alessandro Coppini, tutti a segno. L’unico costretto al terzo set è stato Sinicropi, che come all’andata si è ripetuto vincendo un bel match sull’ex Top 50 Daniele Bracciali, chiuso con il punteggio di 6-3 1-6 6-4. Poche difficoltà, invece, per gli altri, a partire da Coppini, bravo a dare subito una piega favorevole alla domenica con il doppio 6-2 rifilato ad Alessandro La Cognata, fino a Ungur e Donati. Al primo sono bastati appena pochi punti, a causa del rapido ritiro di Giovanni Galuppo (che comunque aveva nettamente battuto tre settimane fa in Toscana), mentre Donati ha completato il poker battendo per 6-1 7-6 Pietro Licciardi, che all’andata aveva sorpresa Golubev in tre set.

A quel punto, con i tre punti già in cassaforte, il capitano Armando Zanotti ha deciso di dare spazio a tre new entry in questa edizione del campionato: Giuseppe Menga, Filippo Mora e Nicola Remedi, con gli ultimi due fra i protagonisti in primavera della promozione sfiorata dalla Serie B all’A2. Menga e il diciottenne Mora si sono fatti trovare prontissimi contro La Cognata/Malfetti, dominando dalla prima all’ultima palla, mentre Ungur e Remedi sono andati a un passo dal chiudere la giornata sul 6-0, in un lunghissimo doppio contro la coppia Licciardi/Olejniczak. I cremaschi hanno avuto a disposizione anche due match-point, ma alla fine l’hanno spuntata gli ospiti, conquistando il punto della bandiera con il punteggio di 4-6 6-3 14/12. Un punto in più o in meno che non cambia nulla nell’economia del Girone 4: vista la vittoria del Ct Massa Lombarda nella sfida casalinga col Due Ponti, i romagnoli restano in testa a 13 punti, contro gli 11 di Crema. Significa che, come ampiamente preannunciato, la sfida di domenica 20 in provincia di Ravenna sarà quella decisiva: per passare in semifinale Crema dovrà vincere. “Siamo pronti ad andare in Emilia Romagna al completo – ha detto il capitano Armando Zanotti –, a giocarci le nostre chance con la sicurezza che a questo punto dipenda solamente da noi. Per passare dobbiamo giocare al massimo e vincere: una sfida molto stimolante”.

© Riproduzione riservata
Commenti