Commenta

Camera di Commercio: le
sedi di Cremona e Crema
non saranno chiuse

Si avvicina la scadenza per decidere le sorti della Camera di Commercio di Cremona. Ormai certa l’unione con Mantova, nel pomeriggio di oggi 10 novembre si è svolta a Cremona una riunione tra i vertici dei due enti, proseguimento della trattativa interrotta lo scorso 28 gennaio. La delegazione mantovana era composta dal presidente Carlo Zanetti, dal vice Fabio Paloschi, dal componente di Giunta Alberto Righi e da Marco Zanini, segretario generale. Cremona era rappresentata da tutta la giunta camerale e dal segretario generale Maria Grazia Capelli. Tra i punti fermi ormai assodati c’è quello, importante, del mantenimento delle sedi di Cremona e Crema con il rispettivo personale e pari dignità. Resta però da capire quale sarà la sede principale: come ha spiegato il presidente Giandomenico Auricchio al termine dell’incontro, Mantova si fa forte delle 50mila imprese iscritte, a fronte delle 30mila della provincia di Cremona: si capirà di più nellle prossime settimane. La giunta sarà composta da 11 membri, compreso il presidente: “Auspico – afferma Auricchio – che ci sia pariteticità tra i membri di giunta per consentire ai due territori il massimo di rappresentanza”. 33 saranno invece i componenti del Consiglio camerale. Confermate le indiscrezioni, già emerse nei mesi scorsi, che lo stesso Auricchio possa ricorpire il ruolo di presidente; mentre nulla trapela circa il nome del nuovo segretario.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti