Politica
Commenta

Elezioni provinciali: unito il centrodestra. 'Obiettivi: sviluppo e occupazione'

“Le elezioni del Consiglio provinciale sono un appuntamento importante per le forze politiche e gli amministratori che fanno riferimento all’area culturale del centro destra. Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e Area Popolare han deciso di dare vita ad un progetto che li vede sostenitori di una lista unica di centro destra composta da sette Sindaci e cinque consiglieri comunali.

Lista che è scaturita da tre incontri con gli Amministratori e i Sindaci di tutto il territorio provinciale (svolti a Casalmaggiore, Sospiro e Palazzo Pignano) e frutto della volontà politica condivisa dagli amministratori comunali di dar vita ad un Progetto unitario in vista del referendum costituzionale del 4/12e delle future elezioni di Crema. Si è iniziato un percorso politico unitario che se ben supportato può ridare prospettive ai Cittadini e alle aspirazioni di questo territorio.

Il conto alla rovescia per il nuovo Consiglio provinciale previsto dalla famigerata legge Del Rio termina domenica 6 novembre quando i Sindaci e i Consiglieri comunali si recheranno alle urne. Non si può, infatti, non constatare che a fronte di funzioni fondamentali pressoché invariate e a riduzione ulteriore di trasferimenti delle risorse economiche le Province sono soggette ad un Patto di stabilità iniquo e sempre più rilevante a cui va aggiunto che saranno “governate” da un Presidente e da un Consiglio che eserciteranno le loro funzioni a titolo onorifico, che potranno usufruire di eventuali distacchi ma senza essere retribuiti.

Dopo due anni di “nuova gestione” di quella che doveva essere una fase costituente del processo di superamento delle Province siamo arrivati ad una situazione paradossale: sono rimaste le competenze e le incombenze ma non ci sono più le risorse economiche e di personale necessarie a dare risposte e servizi adeguati ai Cittadini.

Oggi, ma non solo oggi, la priorità assoluta deve essere data al lavoro e allo sviluppo. Basta cincischiare e porre barriere e freni fuori luogo a proposte di insediamenti produttivi. Non bisogna senz’altro accettare tutto ma neppure si può rifiutare tutto. Il nostro territorio ha bisogno di sviluppo e di nuova occupazione: sta alla politica creare le condizioni perché ciò possa avvenire.

Vi sono alcune emergenze rispetto alle quali si focalizzerà l’impegno del centrodestra: sostegno alle imprese, sicurezza dei cittadini e del territorio, dotazione infrastrutturale, emergenza profughi da gestire e non subire, politiche familiari.

Il centrodestra è unito per il territorio”.

© Riproduzione riservata
Commenti