Cronaca
Commenta

5S: 'Vergognosa cacciata di Lazzari'. Bordo: 'Se Baronio vuole querelarmi lo faccia'

 

“Cacciato Fausto Lazzari, che aveva chiaramente detto di non volersi dimettere. Per quale motivo? Cosa ha fatto di sbagliato? Ha infranto qualche regola?”. Se lo chiedono i Cinque Stelle, che danno per certa la surroga con la candidata proposta da Sel, Letizia Guerini Rocco.

“Sel per ottenere questa poltrona ha disturbato anche Bordo, che si è permesso di lanciare infamanti accuse contro un cittadino privato senza esibire uno straccio di prova. Siamo certi che il nuovo consigliere avrà premura di non disturbare il grande capo Giuseppe Strada, vero padrone della Bonaldi“.

In tutto questo, i pentastellati si chiedono quando qualcuno risponderà allo loro interpellanza, che è iscritta all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, previsto per mercoledì 9 novembre: “Ponevamo domande precise: Qual è il patrimonio e le opere in possesso della fondazione? Quali sono le spese relative a rimborsi e consulenze? Quante e quali le assunzioni avvenute in fondazione negli ultimi anni? Lo statuto è stato violato? Domande forse scomode, ma che dovranno avere una risposta quanto prima”.

L’obiettivo del M5S è fare chiarezza sui conti e sulla gestione del San Domenico, “è assurdo che le nostre domande non trovino risposte, soprattutto prima di prendere un provvedimento di tale gravità, come la cacciata di un consigliere”

“Dato che la politica fallisce per interessi di parte, abbiamo già provveduto ad interpellare le autorità competenti, dimostrando anche in questo caso di essere l’unica forza politica ad avere a cuore gli interessi, e le tasche, dei cittadini e non i giochi di poltrone”.

Intanto Bordo ha risposto a Baronio, dicendogli di procedere pure per vie legali: “Il sottoscritto nulla ha da temere ed è ben in grado di sostenere le affermazioni inviate alla stampa circa il suo operato ed il suo comportamento. Tenga inoltre ben presente che il noioso mantra grillino dell’immunità con me non funziona: se è pronto a querelarmi infatti rinuncerò alla stessa chiarendo da subito che porterò ogni azione legale fino in fondo e alle sue estreme conseguenze così da difendere il mio buon nome e l’istituzione San Domenico. Finora chi mi ha querelato è risultato condannato”.

ab

 

© Riproduzione riservata
Commenti