Commenta

Anche i disabili a scuola di
danza: è iniziato il corso
'Creativamente ballo'

Un’altra opportunità di attività extrascolastica per i disabili: ogni mercoledì al Centro San Luigi dalle 16.30 alle 18 c’è “Creativamente Ballo”, il corso attivato dalla società cooperativa Filikà che consente ai ragazzi disabili di approcciarsi alla danza latino-americana.

Guidati da Michela Abbondio e supportati da Denise Bertolotti, i ragazzi stanno cominciando a muovere i primi passi di bachata e a breve avranno costumi adatti per fare il ballo di coppia e costruire la loro prima coreografia. “La danza rappresenta un ottimo mezzo per insegnare ai ragazzi a relazionarsi – ha spiegato Laura Coloberti, responsabile della cooperativa Filikà – Inizialmente gli iscritti non si conoscevano e questo ha spronato la loro capacità di socializzare. Il corso ha l’obiettivo di smuovere anche la loro autonomia: ad ogni allenamento i ragazzi devono cambiarsi e accettare quelle che sono le regole dell’attività come il riscaldamento, il ripasso della lezione precedente. Tutti dinamismi stimolanti per loro. Gli iscritti presentano disabilità differenti e siccome le iscrizione non si chiudono, per ora, di volta in volta vengono riformulati gli obiettivi a seconda delle persone che frequentano il corso. Non è escluso che nel 2017 si apra l’attività ai genitori, che potranno frequentare e ballare con i propri figli”.

La Coloberti chiude spiegando la grande opportunità che offre Sportabilità: “Sportabilità è un progetto ambizioso. Le sue potenzialità sono infinite. Abbiamo cominciato bene, ora abbiamo due anni per consolidare e incrementare le attività che devono essere sempre più indirizzate a coprire tutti i tipi di target previsti dal progetto: disabili, anziani, formatori e bambini. L’inclusione deve essere completa. Mi piace il clima di apertura tra i partner del progetto, il Crema 1908 e tutte le cooperative che ne fanno parte sono sempre disponibili, tutti lavorano affinché ognuna delle nostre azioni sia in evidenza e raggiunga più utenza possibile. Sportabilità è una grande opportunità per tutto il territorio”.

© Riproduzione riservata
Commenti