Cronaca
Commenta

Ruba e distrugge un'auto e poi scappa con un furgone: notte folle a Ticengo

I carabinieri del Nucleo radiomobile di Crema con il supporto dei colleghi di Castelleone hanno arrestato dopo un’ora di inseguimento, nel pieno della notte, un marocchino disoccupato e pregiudicato di 20 anni, residente a Orzivecchi, protagonsta di una folle nottata sulle strade tra Ticengo e il bresciano, durante la quale ha rubato e distrutto un’autovettura, tentato di rubarne altre e riuscendo alla fine ad impadronirsi di un autocarro Fiat Daily. Svariati i reati commessi nell’arco di una sola ora, tra l’1 e le 2 della scorsa notte, tra venerdì e sabato: resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, furto di autovetture e in abitazione, ricettazione. Il giovane, H.A. aveva dapprima sottratto una Fiat Grande Punto dall’abitazione di un ottantenne di Ticengo, ma, non sapendola governare, era finito dentro un campo. Abbandonata l’auto incidentata, aveva tentato di impadronirsi di un’altra auto, forzando ben cinque garages, sempre a Ticengo, ma alcuni dei residenti erano riusciti a dare l’allarme, senza evitare tuttavia che il ladro fuggisse a bordo del Fiat Daily, sottratto dal garage di un artigiano 58enne di Ticengo. A quel punto però i carabinieri erano sulle sue tracce e lo hanno  bloccato in via Adua ad Orzinuovi. Non ancora contento, il marocchino ha reagito violentemente, provocando ferite a due carabinieri, i primi ad arrivare sul posto, riscontrate guaribili in 5 e 7 giorni. Con l’arrivo dei rinforzi, l’uomo è stato rinchiuso nella camera di sicurezza della caserma dei Cc di Crema, quindi in mattinata trasferito a Brescia, dove è stato convalidato l’arresto. Udienza fissata per l’8 novembre. Nel frattempo l’uomo è in arresto ai domiciliari.

© Riproduzione riservata
Commenti