Cronaca
Commenta

Asst: 190mila euro per medicina legale. Malvezzi: 'Attenzione al territorio'

Inoltre convenzioni con Cremona per migliorare radioterapia ed elettrofisiologia cardiaca

Sarà potenziato il servizio di Medicina Legale dell’Asst di Crema grazie ad un accordo sottoscritto tra la stessa azienda, la sua gemella di Cremona e l’Agenzia Tutela della Salute Valpadana.

Nel documento si conferma l’arrivo, alla struttura di via Maccallé, di risorse pari 190mila euro da parte della Asst di Cremona, necessarie alla copertura relativa a due medici (157.407 euro) e una figura amministrativa per il servizio di Medicina Legale, che si aggiungono all’attuale dotazione di tre amministrativi.

Questo nuovo trasferimento di risorse si aggiunge alla rimodulazione del budget per il servizio di Salute mentale e per i progetti per la Neuropsichiatria infantile avvenuto nei mesi scorsi ad opera dell’Ats Valpadana. “Una notizia importante – ha commentato il consigliere regionale Carlo Malvezzi – che documenta l’attenzione molto concreta a tutte le realtà sanitarie del territorio. L’azienda di Crema potrà implementare il servizio di Medicina Legale dotandosi di figure professionali che renderanno ancor più efficiente ed efficace l’offerta al cittadino”.

Malvezzi segnala anche la stipula di due convenzioni tra le Asst di Cremona e Crema: “A dimostrazione del legame di collaborazione auspicato dalla riforma – ha detto Malvezzi – si sono siglati due accordi interaziendali per l’erogazione delle prestazioni di radioterapia e per un servizio di consulenza su elettrofisiologia cardiaca che dà vita a una sinergia tra le due aziende attraverso loro personale. Si offrirà così una sempre maggior gamma di prestazioni valorizzando le eccellenze singole strutture”.

“Si tratta – ha concluso Malvezzi – di un accordo e di due convenzioni che rispondono in modo concreto ad alcune richieste di maggior attenzione emerse nell’incontro tenutosi all’Asst di Crema il mese scorso, alla presenza sia dei vertici della Asst di Crema, dei consiglieri regionali e dei rappresentanti degli enti locali”.

“Desidero esprimere un ringraziamento ai tre direttori per il lavoro svolto e per la volontà documentata di perseguire intenti comuni mirati alla attuazione piena della riforma e alla salute dei cittadini”, ha concluso Malvezzi.

© Riproduzione riservata
Commenti