Cronaca
Commenta

Sì al progetto esecutivo di C.Re.M.A. 2020: presto via ai lavori di riqualificazione

“C.Re.M.A. 2020”: progetto approvato. Entro la primavera 2017 inizieranno i lavori per la riqualificazione dell’area della stazione ferroviaria.

“L’area Nordest è da tempo una ferita aperta nel cuore della città, cui serviva una soluzione concreta – afferma il sindaco Stefania Bonaldi – Il progetto esecutivo approvato in Giunta lunedì scorso è la sintesi dell’intenso lavoro svolto in sinergia da parte dei vari assessorati e che ha permesso di chiudere il capitolo relativo alla riqualificazione dell’area della stazione ferroviaria”. Un intervento impegnativo, che mira a sciogliere i punti critici della viabilità urbana cercando di lavorare in economia: “Tutti i progetti citati sono stati realizzati con forze interne al comune, nel seettore progettazione e pianificazione urbanistica, in parallelo alle attività ordinarie, senza coinvolgere risorse extra – continua Bonaldi – a ciò si aggiunge la capacità di reperire risorse esterne tramite bandi e progetti di fundraising per una quota complessiva di circa 3 milioni e 110 mila euro, a fronte di un bilancio comunale già in partenza inadeguato a sostenere grandi opere”.

IL PROGETTO

progetto-crema-2020L’attuale scalo merci diventerà il polo d’interscambio ferro-gomma della città: lì sarà collocata la stazione bus di Autoguidovie (partner del progetto, con investimenti superiori a 100 mila euro), e sarà realizzata una rotonda per regolare l’ingresso su via Stazione a lato del parcheggio Sanitas. L’intervento sarà il primo passo verso la connessione con il nuovo sottopasso che – come previsto nel PGT – sarà realizzato in corrispondenza della ferrovia. Il tutto sarà completato dall’installazione di diverse stazioni di bike-sharing, collocate nei punti strategici della città (a partire ovviamente dalla stazione) per favorire l’intermodalità. Negli scorsi mesi Cremasca Servizi e Scrp si sono occupate dell’affidamento delle indagini geologiche e dei lavori preliminari, che in questi giorni saranno affidati allo studio tecnico che preparerà il terreno per il sottopasso. L’avvio dei lavori è previsto per la prossima primavera, una volta terminata la gara di affidamento, che premierà l’offerta più vantaggiosa, come determinato nel Nuovo Codice Appalti.

I COSTI

Il progetto esecutivo ha un valore complessivo di 1.724.576 euro, di cui 1.381.729 euro di lavori posti a base d’asta, 30mila euro per gli allacciamenti e 26mila per l’installazione della rete WiFi, 8mila euro per i pannelli fotovoltaici, 39mila euro per l’impianto di videosorveglianza, 66mila euro per spese tecniche e oneri per la sicurezza, il tutto al netto dell’iva. Come noto, il progetto sarà possibile grazie al finanziamento di un milione e 50 mila euro da parte di Fondazione Cariplo e di 450 mila euro da Regione Lombardia.

ALTRI INTERVENTI

Sempre nell’ambito del progetto C.Re.M.A 2020, sarà realizzato un sottopasso ciclopedonale in corrispondenza del viale S.Maria, possible grazie a un finanziamento regionale di 1 milione e 500 mila euro, cui si aggiungono 260 mila euro di risorse comunali. La prima tranche del finanziamento regionale (700 mila euro) è già stata destinata al Comune, che nei prossimi mesi deciderà con la Regione tempi e modi d’intervento.

“Nell’ambito della mobilità urbana ed extraurbana, l’intermodalità rappresenta la più alta sfida dei prossimi decenni – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici Fabio Bergamaschi – come dimostra il piano industriale presentato la scorsa settimana dall’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Renato Mazzoncini, che ha tra i punti focali proprio lo sviluppo della mobilità integrata. Crema ha precorso i tempi e saprà giungere all’obiettivo in anticipo rispetto a molti altri territori, con un evidente beneficio ambientale e sociale”. La riqualificazione in corso è il primo step verso la rigenerazione dell’area Nordest, a partire dal sottopasso veicolare, che sarà il prossimo obiettivo.

© Riproduzione riservata
Commenti